Graffignana, marcia contro la guerra partendo dalla lezione di Rodari

Graffignana, marcia contro la guerra partendo dalla lezione di Rodari

In tanti sabato per dire no a tutte le forme di violenza e ai conflitti armati

Una marcia silenziosa per dire no a tutte le guerre. L’ha voluta l’amministrazione comunale di Graffignana, che sabato pomeriggio alle 17 ha chiamato a raccolta la parrocchia, tutte le associazioni del paese, i ragazzi del centro diurno gestito dal Mosaico, i cittadini e gli ucraini ospiti in paese.

Al termine della marcia, don Gigi Gatti ha letto una preghiera del Papa per la pace, poi è intervenuta la sindaca Margherita Muzzi che ha chiuso con l’auspicio di poter presto «riveder le stelle», quindi sono stati letti brani e poesie contro la guerra, a partire da “Promemoria” di Gianni Rodari: «Ci sono cose da non fare mai, né di giorno né di notte, né per mare né per terra: per esempio, la guerra».

Leggi l’approfondimento nell’articolo di Andrea Bagatta sul «Cittadino» in edicola, o sull’edicola digitale, lunedì 28 marzo 2022.


© RIPRODUZIONE RISERVATA