GRAFFIGNANA Accademia della birra, un premio alla “Petrarca”
Raoul Carminati della Petrarca di Graffignana con il premio ricevuto a Rimini

GRAFFIGNANA Accademia della birra, un premio alla “Petrarca”

Il locale sulle colline è attivo da vent’anni e ha ricevuto il riconoscimento a Rimini

La birreria La Petrarca di Graffignana laureata all’Accademia della birra grazie alle sue 34 birre alla spina e alle oltre 300 in bottiglia presentate ogni sera a listino. Lo storico locale della collina è stato premiato giovedì a Rimini con il riconoscimento “Accademia della birra” assegnato dalla rivista specializzata «Il mondo della birra» nel corso della fiera Beer & Food Attraction.

Sono stati oltre 30 i locali ancora in attività e con almeno 20 anni di attività alle spalle. La Petrarca nella gestione di Raoul Carminati è attiva da ottobre 2002, e propone ogni sera ai suoi clienti una varietà di birre incredibili: trappiste, barricate, d’abbazia, Weiss, Pilsener, rosse, brune, doppio malto, aromatizzate, artigianali.

Oltre 300 sono le birre in bottiglia provenienti da tutti i paesi del mondo: Germania, Belgio, Irlanda, Inghilterra, Stanti Uniti, Spagna. Quelle servite alla spina sono 34. Anche per questo il locale, immerso in una fantastica location collinare, è meta di appassionati non solo del Lodigiano e del Pavese, ma anche da Milano, Cremona, Piacenza. «Il premio è arrivato fondamentalmente per i 20 anni di attività, siamo riconosciuti come una birreria storica e di qualità - spiega Raoul Carminati, storico titolare e volto della Petrarca -. È un bel segnale, che ci dà forza dopo la fatica fatta negli ultimi anni. Dicembre e gennaio sono stati ancora mesi molto complicati, con febbraio ci siamo rimessi in linea, considerando che tradizionalmente non è un periodo favorevole. Ora però ci aspettiamo di ripartire bene in primavera e in estate». All’insegna della varietà ma soprattutto della qualità. «Noi facciamo anche cucina con la birra, lo stinco, le carni e anche i formaggi - conclude Raoul Carminati -. Tra le tante birre proposte, ne abbiamo alcune di nicchia da veri intenditori come la Chimay, una birra trappista belga. Ma è impossibile dire quale sia la migliore, ogni cliente ha la sua preferita, ce n’è davvero per tutti i gusti».


© RIPRODUZIONE RISERVATA