Giornata vittime della mafia: l’appello tramite «il Cittadino» del sindaco di Massalengo

Giornata vittime della mafia: l’appello tramite «il Cittadino» del sindaco di Massalengo

Serafini: «Usate questo tempo per parlarne in famiglia»

Gentile Direttore,

Sono il sindaco di Massalengo Severino Serafini e volevo proporle un’iniziativa di sensibilizzazione in occasione della XXV Giornata della memoria, in ricordo delle vittime di mafia.

Quest’anno non possiamo che celebrarla virtualmente e quindi l’invito che mi piacerebbe rivolgere ai miei cittadini e a tutti i lodigiani, con la collaborazione de “Il Cittadino” e dei suoi canali informativi, qualora lo riterrà opportuno, è quello di invitare tutti i lodigiani ad utilizzare questo tempo di sospensione e questa giornata per approfondire la vita delle vittime di mafia.

Questo è quanto ho scritto per la cittadinanza di Massalengo, ad invito.

«Prendete i vostri figli oggi e fate loro leggere su Wikipedia la storia di Lea Garofalo, un articolo di Giancarlo Siani o di Pippo Fava, fate ascoltare loro su YouTube l’ultima intervista di Giovanni Falcone o la voce di Peppino Impastato a Radio Out. Usiamo questa giornata, ma perché no, anche le prossime, per diffondere ai nostri figli la cultura della legalità e far conoscere loro la storia di alcuni uomini e donne eccezionali. La mafia non è così lontana da Massalengo. #memoriaeimpegno #21marzo2020 #lamafiaèunamontagnadimerda»

Grazie per l’attenzione.

Severino Serafini


© RIPRODUZIONE RISERVATA