Giornata per la custodia del Creato: a Caselle Landi da tutto il Lodigiano - GUARDA IL VIDEO
Caselle Landi, il castello

Giornata per la custodia del Creato: a Caselle Landi da tutto il Lodigiano - GUARDA IL VIDEO

Appuntamento il 12 settembre nell’area antistante il castello

Si terrà nella serata del prossimo 12 settembre a Caselle Landi la celebrazione in occasione della 15esima Giornata per la custodia del Creato. L’appuntamento è stato presentato questa mattina (giovedì) in conferenza stampa. Momento centrale della serata, a cui sono invitati gli amministratori pubblici, i fedeli da tutta la diocesi, i rappresentanti delle categorie e in particolare quelli del mondo agricolo (rappresentanze datoriali e dei lavoratori), sarà la Santa Messa presieduta dal vescovo di Lodi, monsignor Maurizio Malvestiti.

L’incontro vuole avere valore per tutto il territorio, riunendo simbolicamente la Chiesa lodigiana con tutti gli abitanti della provincia di Lodi, così duramente colpita dal Covid. Non a caso si è scelto di organizzare la celebrazione a Caselle Landi, nella Bassa lodigiana, dove sono racchiusi i dieci comuni - per un totale di 18 parrocchie - che per primi hanno sperimentato il lockdown.

Lodi,  sala Conferenze del «Cittadino»:da sinistra il vicario don Bassiano Uggè, il direttore del «Cittadino» Lorenzo Rinaldi,Piero Luigi Bianchi, sindaco di caselle Landi, monsignor Maurizio Malvestiti, vescovo di Lodi,Riccardo Rota direttore Ufficio diocesano per la pastorale sociale  della Diocesi di Lodi e monsignor Franco Badaracco parroco del Duomo

Lodi, sala Conferenze del «Cittadino»:da sinistra il vicario don Bassiano Uggè, il direttore del «Cittadino» Lorenzo Rinaldi,Piero Luigi Bianchi, sindaco di caselle Landi, monsignor Maurizio Malvestiti, vescovo di Lodi,Riccardo Rota direttore Ufficio diocesano per la pastorale sociale della Diocesi di Lodi e monsignor Franco Badaracco parroco del Duomo
(Foto by (Foto Pasqualino Borella))

Alla conferenza stampa di presentazione, organizzata nella sede del «Cittadino» per tutte le testate locali, erano presenti il vescovo di Lodi, il sindaco di Caselle Landi Piero Luigi Bianchi e il direttore dell’Ufficio diocesano per la pastorale sociale Riccardo Rota.

Appuntamento il 12 settembre alle 20.45 a Caselle Landi nell’ampia area antistante il castello. L’obiettivo - hanno assicurato gli organizzatori - è che tutto possa svolgersi in sicurezza, senza assembramenti, e la zona prescelta si presta a garantire il distanziamento, stante le ampie dimensioni. Il programma, oltre alla Santa Messa, prevede un messaggio di saluto del sindaco di Caselle Landi e un momento conclusivo nel quale brevemente si potrà riflettere sulla pandemia nel Lodigiano, sui suoi effetti, sulle risposte che hanno saputo dare le comunità e sugli orizzonti futuri, nella consapevolezza che la “casa comune” (come indica Francesco nella Laudato si’) va difesa e protetta, nell’interesse dei popoli e soprattutto dei più deboli.


Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola venerdì 28 agosto

© RIPRODUZIONE RISERVATA