Giochi “vietati” sotto il Castello: a Melegnano i genitori chiedono la riapertura
Le mamme Raffaella Grecchi, a sinistra, e Claudia Ocka (Cornalba)

Giochi “vietati” sotto il Castello: a Melegnano i genitori chiedono la riapertura

È aperto solamente il giardino all’italiana, i bimbi rimpiangono le altalene

«Dopo oltre tre mesi di chiusura, anche il parco giochi del castello deve riaprire i battenti, solo così i nostri bimbi torneranno a giocare in allegria». Nel fine settimana i genitori e i nonni sono tornati così alla carica sulla necessità di riaprire l’area verde all’ombra del monumento simbolo di Melegnano in piazza Vittoria, dove sono presenti altalene, scivoli e tanti altri giochi che nella bella stagione fanno la gioia di decine di bimbi.

«Considerato l’allarme Covid non ancora rientrato, si può ben comprendere la cautela di palazzo Broletto, che sinora non ha ancora aperto i battenti del parco giochi in centro storico - è la premessa del nonno Rino Rancati, tra gli abituali frequentatori della zona -. Con la già avvenuta riapertura delle altre aree verdi e il progressivo ritorno alla normalità, anche il maggior parco giochi di Melegnano è arrivato comunque il momento di tornare a nuova vita, che dovrebbe essere peraltro accompagnata da una particolare attenzione per garantire il rispetto del distanziamento e delle altre norme anti-Covid tuttora vigenti».

Le mamme Raffaella Grecchi e Claudia Ocka stanno giocando con i loro piccoli nel giardino all’italiana del maniero, che invece ha già riaperto i battenti da oltre un mese. «Ormai le diverse attività sono tutte ripartite, compresi i parchi giochi in diversi Comuni del territorio, non capiamo la chiusura tanto prolungata della maggiore area verde cittadina - ribadiscono in coro le mamme -. Certo, ci vorrebbero controlli accurati, a cui provvederemmo noi stesse per quanto riguarda i nostri bambini, che non vedono l’ora di tornare a salire sulle altalene, gli scivoli e gli altri giochi nelle varie zone del parco». Interpellata ieri, l’amministrazione ha fatto sapere che sta decidendo sulla riapertura, ma la data non è stata fissata. Anche il papà Giorgio Lerza ha infine incalzato sulla necessità di riaprire finalmente il parco giochi, che nella bella stagione è solito vedere la presenza di decine di bimbi in compagnia di nonni e genitori.


© RIPRODUZIONE RISERVATA