FURTI NELLA BASSA Ladri all’opera di notte all’istituto Tondini di Codogno, ma restano a mani vuote
I ladri hanno messo a soqquadro la scuola e aperto la cassaforte

FURTI NELLA BASSA Ladri all’opera di notte all’istituto Tondini di Codogno, ma restano a mani vuote

Raid tra martedì e mercoledì nella sede scolastica gestita dalle religiose in via Pietrasanta

Laura Gozzini

Shock mercoledì mattina per le suore dell’istituto Tondini di Codogno. Nella notte tra martedì e mercoledì ignoti si sono intrufolati all’istituto delle religiose in via Pietrasanta, dove hanno sede la scuola dell’infanzia e la primaria paritarie, e hanno messo a soqquadro tutti i locali fino a quando non hanno trovato la cassaforte, per poi aprirla con un flessibile. Il colpo potrebbe essere riconducibile alla banda in azione ormai da diversi giorni nella Bassa, dove ha già colpito proprio a Codogno in un’abitazione di vicolo El Alamein e subito dopo a Zorlesco, in entrambi i casi puntando alle casseforti che hanno tagliato con un flessibile. Esattamente come hanno fatto all’istituto Tondini l’altra notte, con la differenza che qui il forziere era vuoto e i ladri sono rimasti a bocca asciutta. L’episodio tiene alta l’allerta furti nella Bassa e conferma il trend dell’incremento dei reati contro il patrimonio con l’avvicinarsi delle festività natalizie. I topi d’appartamento agiscono indistintamente sia di notte che di giorno, approfittando il più delle volte dell’assenza dei proprietari in modo da ridurre al minimo il rischio di essere scoperti. Quando e come siano entrati all’istituto Tondini è oggetto d’indagini. Quel che è certo è che i ladri abbiano atteso che le religiose si ritirassero nelle loro stanze per la notte, e quindi si siano intrufolati all’interno. Fortunatamente non sono andati a segno. La cassaforte infatti era vuota e una volta aperta con il flessibile, la banda non ha potuto far altro che andarsene a mani vuote.


© RIPRODUZIONE RISERVATA