Focolaio Covid all’istituto “Suore Cabrini” di Codogno, 25 i contagiati
L’istituto “Suore Cabrini” dove risiedono 25 religiose anziane: non si tratta di una rsa, quindi non erano vaccinate

Focolaio Covid all’istituto “Suore Cabrini” di Codogno, 25 i contagiati

Nella struttura hanno contratto il virus 16 religiose su 19 (tre sono in ospedale) e 9 dipendenti su 15

Focolaio Covid all’istituto “Suore Cabrini” di Codogno: contagiate sedici suore e nove operatrici. Delle religiose, tre sono attualmente ricoverate in ospedale e hanno tutte più di ottant’anni. La più “giovane” è del ’39, le altre due sono del ’38 e del ’24, hanno quindi rispettivamente 81, 82 e 96 anni. Il virus si presume sia entrato alla Casa Cabrini una decina di giorni fa e si è palesato quando un’operatrice si è sentita male. La donna ha accusato i classici sintomi da Covid-19, febbre e difficoltà respiratoria, le sue condizioni si sono aggravate ed è stato necessario il suo ricovero in ospedale. Nel frattempo è partito lo screenig a tappeto sulla “popolazione” della Casa Cabrini e si è appreso che il virus all’interno stava galoppando. Altre suore hanno cominciato a manifestare gli effetti del contagio, in alcuni casi in forma grave, e in via Francesca Cabrini sono arrivate le ambulanze che hanno portato via i casi più problematici. A far preoccupare naturalmente è l’età avanzata di chi ha contratto il virus, rendendoli più fragili.


© RIPRODUZIONE RISERVATA