EMERGENZA I supermercati del Lodigiano non hanno i defibrillatori
Un’operatrice del soccorso insegna le manovre di rianimazione (archivio)

EMERGENZA I supermercati del Lodigiano non hanno i defibrillatori

Dopo la vicenda di Sandro al centro dell’attenzione i preziosi dispositivi, presenti solo nelle gallerie commerciali

Non ci sono defibrillatori nei supermercati e centri commerciali di Lodi, di Casale e di Codogno, mentre gli apparecchi sono installati nelle gallerie commerciali della provincia. La vicenda di Sandro, accasciatosi senza sensi al banco gastronomia del supermercato Il Gigante e soccorso dai clienti, ha riportato in primo piano l’attenzione sulla presenza di defibrillatori nelle aree ad altissima affluenza.

In molti hanno puntato il dito sull’assenza di un defibrillatore. La società ha precisato che nel 2019 era partito un piano per l’installazione in tutti i punti vendita, progetto rallentato dal Covid, non per l’acquisto, ma per la necessaria formazione del personale che l’azienda vuole garantire contestualmente all’arrivo dell’apparecchio. Nel caso del Gigante di Lodi Montanaso sarà installato all’esterno della struttura, accessibile quindi anche durante gli orari di chiusura del supermercato e dalla galleria. La legge non obbliga la presenza di un defibrillatore nei supermercati o nelle gallerie commerciali, né tantomeno nei luoghi di lavoro.

In realtà la rete di defibrillatori censiti e georeferenziati dal sistema di emergenza urgenza lombardo è molto fitta. In provincia di Lodi e nelle aree di prossimità al Lodigiano sono più di 700 quelli mappati dall’Agenzia regionale emergenza urgenza(Areu), di cui più di 500 in provincia. Solo a San Grato, a due passi dal Gigante, sono 7, alcuni in strutture pubbliche e accessibili, altri all’interno di aziende. Nonostante la capillarità della diffusione dei dispositivi, però, balza all’occhio un elemento di riflessione importante: nessun supermercato o centro commerciale in Lodi, Casale e Codogno, è dotato a oggi di defibrillatore, o se lo è quantomeno non è censito dall’Areu (che tramite Gps lo segnala a eventuali soccorritori, anche occasionali). Nonostante siano luoghi di grande affluenza, queste strutture ne sono sprovviste. Al contrario, ne sono dotati i centri Bennet di Pieve Fissiraga e di Lodi Sud a San Martino, la galleria commerciale Il Castello e il centro Le Torri di Sant’Angelo, e il Conad (ex Auchan) di San Rocco al Porto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA