Elezioni rinviate per il virus, Santo Stefano e Borgo San Giovanni alle urne in autunno

Elezioni rinviate per il virus, Santo Stefano e Borgo San Giovanni alle urne in autunno

Lo spostamento in una domenica compresa tra il 15 settembre e il 15 dicembre riguarda mille comuni in tutta Italia

La pandemia frena anche il voto. Niente elezioni amministrative in primavera. E neanche in estate, come avevano chiesto più Regioni, ipotizzando il voto in luglio. Del nodo elezioni si è occupato oggi il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Giuseppe Conte e del Ministero dell’interno Luciana Lamorgese. Il decreto legge approvato fa slittare il voto per i consigli comunali – per ragioni sanitarie e legate all’emergenza Covid – in autunno, in una domenica compresa tra il 15 settembre e il 15 dicembre; disposizione che vale anche per i comuni al voto per motivi diversi dalla scadenza del mandato, se le condizioni che rendono necessarie le elezioni si sono verificate entro il 27 luglio 2020. Sono oltre mille i municipi in Italia coinvolti, due in Provincia di Lodi. Al rinnovo delle cariche vanno i Comuni di Borgo San Giovanni nel centro lodigiano, guidato oggi dal sindaco Nicola Buonsante, e Santo Stefano Lodigiano, al momento commissariato e affidato al viceprefetto aggiunto dottoressa Sara Morrone, dopo le dimissioni del sindaco Valentina Pellini nell’agosto 2019.


© RIPRODUZIONE RISERVATA