Elena Zenato ha 100 anni: si fa festa alla Castellini
La torta e la festa per i cento anni compiuti dalla nonnina Elena Zenato

Elena Zenato ha 100 anni: si fa festa alla Castellini

Melegnano, con questa ricorrenza la Fondazione è tornata alla normalità dopo la crisi del coronavirus

Con i 100 anni della nonnina Elena Zenato, è festa grande alla Fondazione Castellini Onlus, che torna così a nuova vita dopo l’incubo Covid.

Nata il 2 luglio 1920 in un paesino del Padovano, giovedì pomeriggio la signora Elena è stata festeggiata dal personale e dagli ospiti della Rsa che, rispettando naturalmente le regole anti-Covid, hanno voluto ricordare con lei un traguardo tanto importante della sua esistenza.

Il tutto completato dalla classica torta e dal mazzo di fiori donato dai vertici della Castellini, la cui vita sta dunque tornando alla normalità dopo l’emergenza legata al coronavirus, che ha colpito tanto duramente anche la realtà locale. «Nella fase più acuta della pandemia un giorno aveva 38 di febbre, ma per fortuna si è ripresa velocemente - racconta il 72enne figlio Pietro con la moglie Carla -. Con lo stop agli accessi all’inizio di marzo, non abbiamo potuto farle visita per oltre due mesi, è stata una gioia immensa vederla in questi giorni festeggiare addirittura il 100esimo compleanno».

Donna dal carattere forte e deciso ma nel contempo dolce e gioviale, la nonnina Elena si è trasferita a Cerro al Lambro dopo il matrimonio con Carlo Molaschi, dalla cui unione sono nati i figli Pietro e Rosangela: dedita a un’esistenza semplice e vissuta per la famiglia, oggi è anche nonna di Alessio e Samantha e addirittura bisnonna di Justin e Federico, ai quali continua ad essere molto legata. Avendo vissuto in campagna, in gioventù è stata una mondina, ma anche una cuoca provetta in diverse cascine del territorio, a cui ha sempre accompagnato una cura maniacale per la casa. Grande amante del cucito e della lettura, l’altro giorno è stata lei stessa a spegnere le candeline sulla torta preparata in suo onore, a cui è seguito il caloroso applauso degli ospiti del nucleo Giada, il reparto della Fondazione Castellini Onlus dove si trova ormai da quasi nove anni.n 
Ste. Cor.


© RIPRODUZIONE RISERVATA