Ecco cosa c’è dietro al Black Friday: 100mila pacchi verso il Lodigiano

Ecco cosa c’è dietro al Black Friday: 100mila pacchi verso il Lodigiano

Un viaggio alla scoperta del maxi centro meccanizzato di Poste Italiane che gestisce le consegne

Se foste uno dei 98mila pacchi Amazon destinato alla provincia di Lodi, nel vostro viaggio per raggiungere la meta passereste per forza da Roserio. Il super cento meccanizzato di Poste Italiane, situato a Milano Rho, proprio di fianco all’area Expo. Poi, finireste probabilmente a bordo di una delle 58 auto utilizzate sul territorio per consegnare la merce, o una delle 30 moto, una flotta che può contare anche su 40 furgoni. Su 98mila pacchi consegnati dai portalettere nel corso del 2018, 45mila erano destinati al capoluogo, per un numero complessivo di abitazioni pari a 110.300. Il Lodigiano è articolato su tre centri di distribuzione: Lodi Fascetti, Casalpusterlengo e Sant’Angelo Lodigiano. Se invece foste una lettera da consegnare in busta, il discorso sarebbe diverso: arrivereste nella cassetta del destinatario facendo tappa al centro di smistamento di Peschiera Borromeo, che si occupa della corrispondenza della provincia di Lodi e lavora una media di 1800 chilogrammi di posta al giorno.

Poste Italiane deve confrontarsi ormai da anni con l’impennata dell’e-commerce, il commercio elettronico. Il centro meccanizzato di Roserio rappresenta i tempi moderni, la necessità di far fronte alle richieste di una clientela che ordina con un clic dal proprio smartphone per vedersi recapitare la merce 24 ore dopo. Per scoprire come fa l’azienda a stare al passo con in tempi siamo andati al quartier generale di Rho, 41mila metri quadrati e 1,1 milioni di invii quotidiani, ovvero il 10 per cento di tutto il volume italiano.

All’ingresso ci hanno accolto il responsabile Emanuele Fontana e la responsabile della Gestione operativa Lombardia, Posta comunicazione e Logistica, Tiziana Magnoni. Insieme a loro lavorano 928 persone e 62 autisti, per forza di cose la produzione è operativa 7 giorni su 7. Qui è raccolto il 27 per cento dell’e-commerce nazionale. In Italia la media pro capite è di 1-2 pacchi per cittadino, contro una media europea che tocca quota 8-10 pacchi. È chiaro che i numeri del Belpaese sono destinati a crescere.

l segreto è racchiuso in quattro lettere: MPKS (Multisorting Packing System): si tratta di un impianto, unico in Europa, che permette di smistare contemporaneamente diversi tipi di prodotto, dalle lettere ai pacchi. Il robot occupa un intero piano a Roserio e in un’ora può smistare e preparare alla spedizione per tutta Italia 15 mila pacchi, per un totale di 1 milione e 100mila invii quotidiani.


© RIPRODUZIONE RISERVATA