È morto Fabio Muroni, il “piccolo guerriero” si è spento a 14 anni

È morto Fabio Muroni, il “piccolo guerriero” si è spento a 14 anni

Il giovane lodigiano affetto dalla sindrome di West si è spento in Liguria la notte tra domenica e lunedì

È morto Fabio Muroni, il piccolo guerriero di Corte Palasio ha smesso di lottare la notte scorsa, in Liguria, all’età di 14 anni. Il caso di Fabio è noto, nel territorio: il ragazzo di Corte Palasio era nato con la sindrome di West, una grave forma di epilessia che lo ha tenuto incollato a una sedia a rotelle, dalla nascita, e gli ha impedito anche di parlare normalmente, senza poter fermare però la sua intelligenza e la sua sensibilità, la sua passione per la musica, in particolare quella di Laura Pausini.

Fabio arriverà a Lodi domani, martedì 27 agosto, intorno alle 18.30. La camera ardente sarà allestita nella cappella della chiesa del Sacro cuore di Robadello dove, alle 21, si svolgerà una veglia di preghiera. La cerimonia funebre, invece, si terrà il giorno dopo, alle 10.30, in Duomo.

A marzo del 2018 la Pausini era arrivata nella pediatria di Lodi dove Fabio era ricoverato in seguito alla tracheotomia. Aveva omaggiato il piccolo fan di uno dei suoi cd. La visita inaspettata della famosa cantante era arrivata dopo la lettera del papà di Fabio. «Fra tutti i cantanti che ascolto sei l’unica che mi rilassa e se piango per qualche dolore appena sento la tua voce smetto di piangere e ascolto incantato - aveva scritto papà Vittorio, a nome del figlio - a volte sorrido. Non sto attraversando un buon momento, mi piacerebbe che tu fra i tuoi super impegni trovassi qualche minuto per venire a trovarmi in ospedale». E lei l’aveva accontentato.

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola il 27 agosto


Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola il 27 agosto

© RIPRODUZIONE RISERVATA