Due defibrillatori a Crespiatica e Borgo donati da una mamma in ricordo del figlio
La consegna del Dae a Borgo

Due defibrillatori a Crespiatica e Borgo
donati da una mamma in ricordo del figlio

Grazie all’associazione dedicata al giovane Diego Riviera installati i preziosi apparati di salvataggio

Un dono che salva la vita, da parte di una mamma che ha perduto suo figlio. Grazie all’associazione Diego Riviera guidata dalla presidente Cinzia Brescianini di Dovera, ora il Comune di Crespiatica e il centro sportivo BarT di Borgo San Giovanni avranno la possibilità di un defibrillatore al servizio della rispettive comunità. «Uno strumento dal valore grande - dice il sindaco Carlo Alberto Rizzi in occasione della donazione avvenuta con una cena benefica presso la palestra comunale di Dovera, dove ha sede il sodalizio -. Un defibrillatore rappresenta uno strumento che salva la vita, un “servizio” a cui speriamo di non dover mai ricorrere, ma che potrà fare la differenza durante eventuali emergenze che si potrebbero presentare. Per questo dono ringrazio la presidente che da più di dieci anni si prodiga a favore del territorio, portando un messaggio di speranza anche dopo la morte del figlio Diego».

Un infarto ha stroncato la giovane vita nel 2009; dopo un goal segnato sul campo di calcio a Monte Cremasco, un malore si è portato via per sempre Diego, lasciando una cicatrice profonda nel cuore della mamma che ora ha una missione dal valore grande. «Collocheremo il defibrillatore proprio di fronte alla scuola elementare in via Roma dove i cittadini lo troveranno sempre a disposizione perché quello che è accaduto a Diego non ricapiti mai più», commenta il primo cittadino che, tra l’altro, ha condiviso il percorso scolastico con il coetaneo, classe 1993. Ma sono stati otto in tutto i defibrillatori donati dall’associazione a favore di Comuni e associazioni sportive del Cremasco, con un pensiero che è toccato anche al Lodigiano. «Il nostro ringraziamento va all’associazione Diego Riviera, alla presidente Brescianini ma anche all’agenzia Axa di Davide Berti che con una donazione ha permesso l’acquisto dello strumento - spiega il presidente del centro sportivo BarT Vincenzo Graziuso -: d’ora in poi anche presso il nostro centro sportivo a Borgo avremo in dotazione uno strumento importante, per la tutela della salute in caso di necessità».


© RIPRODUZIONE RISERVATA