Dodici milioni per le piste ciclabili del Lodigiano
Il presidente della Provincia Francesco Passerini con gli amministratori locali

Dodici milioni per le piste ciclabili del Lodigiano

Sulla Massalengo - Borghetto il primo intervento con i fondi regionali

Raggiungere tutto il territorio lodigiano in piena sicurezza in bicicletta grazie al progetto Ciclò della Provincia di Lodi, che gode di 12 milioni di euro di finanziamento regionale per la riqualificazione e il completamento dei circuiti ciclabili del Lodigiano, 6 milioni di interventi quest’anno, altri 6 l’anno prossimo. È partito a inizio settimana il primo cantiere per rimettere in sesto la ciclabile Lodi-Borghetto nel tratto tra Massalengo e Borghetto, di fatto ormai impraticabile per le condizioni in cui si trovava la pista. Ieri mattina sopralluogo degli amministratori provinciali e dei sindaci interessati dall’intervento.

«Diamo concretezza al progetto Ciclò, che permetterà di integrare tutte le piste ciclopedonali del Lodigiano consentendo di percorrerlo in piena sicurezza da nord a sud, da est a ovest, sia per motivi di ciclo-turismo sia per altre necessità», commenta il presidente della Provincia di Lodi Francesco Passerini. Con il cantiere sulla Lodi-Borghetto si dà il via al primo lotto di intervento, 3,5 milioni di euro su una ventina almeno di percorsi ciclopedonali tra i più ammalorati. A eseguire i lavori è la ditta De Fabiani di Cavenago D’Adda. «Sul tratto tra Borghetto e Massalengo è previsto il rinforzo con massicciate della sponda della roggia su cui si affaccia la ciclabile, il rifacimento del fondo e poi dell’asfalto della pista, la posa di nuove staccionate in Corten, che di fatto non necessità di manutenzione – spiega il consigliere provinciale delegato al Territorio Enrico Sansotera -. Questa ciclabile era tra le più ammalorate, e per noi è un percorso strategico».

I lavori sulla Lodi-Borghetto dureranno un mese circa. Una volta sistemata, sarà possibile arrivare da Lodi a Graffignana in piena sicurezza in bicicletta. «È un tratto fondamentale per consentire di arrivare da Lodi fino a Graffignana, e da qui poter accedere al sistema della collina con tutte le sue peculiarità paesaggistiche», dice il sindaco di Graffignana Margherita Muzzi. Soddisfatti i sindaci direttamente coinvolti, Giovanna Gargioni di Borghetto e Severino Serafini di Massalengo: «La pista era di fatto impraticabile: con questo intervento la si rimette a disposizione delle pedalate turistiche, ma anche di chi si sposta in bicicletta per motivi di lavoro o per andare a scuola. Oggi in molti vanno in bici direttamente sulla provinciale 23, con un grave pericolo potenziale. È un’opera fondamentale per questo pezzo di territorio».

Sulla Lodi-Borghetto debutterà anche la nuova segnaletica delle ciclopedonali provinciali, che sarà armonizzata su tutte le piste, e saranno eliminati gli archetti protettivi agli accessi a favore di semplici pali, come più volte richiesto dalle associazioni delle due ruote.


© RIPRODUZIONE RISERVATA