Debito ridimensionato, il Comune respira

Debito ridimensionato, il Comune respira

Scongiurato il dissesto finanziario: l’intesa prevede il pagamento di 3,9 milioni di euro dilazionati in tre anni

Raggiunto l’accordo e ridimensionato il debito da 5 milioni di euro che pendeva come un macigno sul municipio di San Giuliano Milanese: alla Sister Scarl saranno corrisposti 3,9 milioni di euro, dilazionati in 3 anni. Evitato dunque il crac finanziario dell’ente: «Usciamo così dalla logica “cassandriana” del dissesto». Nel giorno cruciale, in cui la Corte d’appello avrebbe dovuto pronunciarsi in merito alla richiesta di sospensiva per il pagamento di 5 milioni di euro a favore della Sister Scarl, che tra il 2006 e il 2010 aveva compiuto opere (fognature) per conto di Genia sul territorio comunale, ecco giungere dunque una buona notizia. Attraverso la conferenza stampa indetta nella mattinata di ieri, il sindaco Alessandro Lorenzano, affiancato dal suo secondo Gennaro Piraina e dal coordinatore del circolo locale del Partito democratico Jacopo Saladini, ha annunciato la conclusione positiva della vertenza.


© RIPRODUZIONE RISERVATA