Da Papa Wojtyla a Marco Magrini: nuove proposte per le vie di Lodi
L’arrivo in città del Papa San Giovanni Paolo II nel giugno del 1992

Da Papa Wojtyla a Marco Magrini: nuove proposte per le vie di Lodi

L’esame nella commissione toponomastica del municipio

Il quadrilatero dell’Albarola, tra via Maestri del lavoro e via Codazzi, destinato a diventare piazza San Giovanni Paolo II, mentre altre vie e o luoghi pubblici potrebbero prendere il nome del vaticanista Rai Giuseppe De Carli e dell’ex sindaco di Lodi Marco Magrini. Sono queste le proposte per le intitolazioni in città, alcune delle quali emerse e approvate durante la commissione toponomastica del Broletto di lunedì.

Se la scelta di legare il nome di Papa Wojtyla a piazza Albarola è già stata annunciata, per le altre candidature vagliate durante la commissione comunale servirà un’indicazione e formalizzazione da parte dell’amministrazione Casanova. In particolare la Lega ha chiesto di rendere omaggio alla giornalista e celebre inviata Oriana Fallaci, il gruppo Maggi ha suggerito di ricordare il vaticanista lodigiano De Carli e Forza Italia ha invitato a non dimenticare figure che hanno pagato con la vita il contrasto a “Cosa nostra”, il carabiniere Emanuele Basile (assassinato dalla mafia nel 1980), e il magistrato Rocco Chinnici (ucciso nel 1983).


© RIPRODUZIONE RISERVATA