COVID Tamponi in pronto soccorso anche a chi non ha i sintomi

COVID Tamponi in pronto soccorso anche a chi non ha i sintomi

Gioia (Asst): «È un impegno in più, ma l’obiettivo è la sicurezza»

Tamponi in pronto soccorso anche a chi entra per una frattura di caviglia e non ha i sintomi Covid. A deciderlo una norma nazionale, in vigore da ieri. A livello regionale, è stata avanzata una richiesta di chiarimenti, in alcune regioni è stata data la disposizione di non attenersi a questa norma di legge, ma al momento, annota il direttore sanitario Paolo Bernocchi «ci atteniamo a quanto previsto, ovviamente, li facciamo anche noi a tutti». Anche ai vaccinati senza sintomi.

È capitato, talvolta, che anche le persone, con insufficienza respiratoria, poche a dire il vero, si rifiutassero di fare il tampone, poi quando si sono aggravate e hanno avuto bisogno del casco Cpap con per respirare si sono convinte a sottoporsi al test, mentre qualcun altro non è riuscito a convincersi e non l’ha fatto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA