Covid, stato di emergenza fino al 30 aprile, coprifuoco fino al 5 marzo
Un check point per le restrizioni covid (Foto by archivio)

Covid, stato di emergenza fino al 30 aprile, coprifuoco fino al 5 marzo

Decreto legge poco prima di mezzanotte, c’è il miraggio della zona bianca, “election day” entro il 20 maggio

Il Consiglio dei ministri, su proposta del presidente Giuseppe Conte e del ministro della Salute Roberto Speranza, ha approvato nella tarda serata di ieri un decreto legge che introduce ulteriori disposizioni urgenti per il contenimento della diffusione del covid-19, a partire dalla proroga, fino al 30 aprile, dello stato d’emergenza. Il decreto conferma, fino al 15 febbraio, il divieto già in vigore di ogni spostamento tra Regioni o Province autonome diverse, con l’eccezione di quelli motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute. È comunque consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione. Dal 16 gennaio e fino al 5 marzo, inoltre, sull’intero territorio nazionale «è consentito, una sola volta al giorno, spostarsi verso un’altra abitazione privata abitata, tra le 5 e le ore 22, a un massimo di due persone ulteriori a quelle già conviventi nell’abitazione di destinazione». La misura resta estesa ai figli minori di 14 anni o alle persone disabili o non autosufficienti.

Tra le novità, il decreto istituisce un’area “bianca”, nella quale si collocano le Regioni con uno scenario di “tipo 1”, un livello di rischio “basso” e una incidenza dei contagi, per tre settimane consecutive, inferiore a 50 casi ogni 100.000 abitanti. «In area ’biancà - conclude la nota - non si applicano le misure restrittive previste dai Dpcm per le aree gialle, arancioni e rosse ma le attività si svolgono secondo specifici protocolli. Nelle medesime aree possono comunque essere adottate, con Dpcm, specifiche misure restrittive in relazione a determinate attività particolarmente rilevanti dal punto di vista epidemiologico».

Gli ultimi dati dell’indice Rt collocherebbero Lombardia e Sicilia in “zona rossa” ma si deciderà solo domani, con dati più aggiornati.

Il Consiglio dei ministri, con il decreto legge sull’emergenza Covid, ha anche stabilito che le elezioni suppletive per i seggi della Camera e del Senato si svolgano entro il 20 maggio, così come per i Comuni commisssariati. Inoltre i permessi di soggiorno in scadenza entro il 30 aprile 2021 sono prorogati fino alla medesima data. (La Presse)


© RIPRODUZIONE RISERVATA