COVID Si laurea con una tesi sulla prima zona rossa

COVID Si laurea con una tesi sulla prima zona rossa

Sara Pizzamiglio, 22 anni di Fombio, ha studiato come rilanciare la Bassa dopo la pandemia

Dalla “prima zona rossa” la prima tesi di laurea sull’emergenza “Covid-19 nel Lodigiano” dedicata al turismo e alla cultura come motori della ripartenza. «Io che vivo nel primo territorio in Italia e nel mondo occidentale che ha dovuto affrontare questo virus mi sono sentita chiamata in causa e ho voluto analizzarne l’impatto sui settori turistico e culturale» racconta Sara Pizzamiglio, 22enne di Retegno, ex liceale del Novello di Codogno, che giovedì ha discusso la sua tesi all’università privata Limec di Milano conseguendo la laurea in mediazione linguistica con un brillante 110e lode. Nel suo lavoro Sara presenta tre percorsi turistici di mobilità lenta lungo le ciclabili del Lodigiano, tradotti anche in francese per i visitatori d’Oltralpe, tra i più numerosi a scegliere il Belpaese come meta dei loro viaggi e delle loro vacanze.


© RIPRODUZIONE RISERVATA