COVID La settimana di Natale secondo l’Ats: più di 2mila nuovi casi nel Lodigiano

COVID La settimana di Natale secondo l’Ats: più di 2mila nuovi casi nel Lodigiano

L’incidenza è ferma a 320 ma a giorni è destinata a esplodere

Che sia la variante Omicron del nuovo coronavsrus Sars-CoV2 nessuno lo può ancora affermare ufficialmente, ma l’indice Rt settimanale aggiornato dall’Ats Città Metropolitana, competente per il Milanese e il Lodigiano, è arrivato a 1,88, al 22 dicembre, il che significa che in una settimana c’era stato quasi il raddoppio dei casi di positività, mentre per i ricoveri il dato, sempre su base settimanale, è salito, a 1,23. Riguardo ai dati della sola città di Milano l’indice Rt settimanale dei nuovi positivi è salito addirittura a 2,11, e la mortalità giornaliera, ormai da metà ottobre, è tornata sopra la media del periodo “pre covid” 2015-2019. L’incidenza, aggiornata però al 23 dicembre, per la provincia di Lodi è a 320, quella di Milano a 330, quella della provincia di Milano è a 370 nuovi casi settimanali per 100mila abitanti. Un valore che alla luce degli ultimi dati è destinato a breve a esplodere.Riguardo ai nuovi contagi in un settimana nei comuni della provincia di Lodi, la somma è di 2.001, cui si aggiungono i 52 di San Colombano, che l’Ats per omogeneità territoriale accorpa ai dati della provincia di Lodi.

Per il Lodigiano, quindi Brembio è il paese che ha avuto nella settimana dal 20 al 26 dicembre l’incidenza più elevata con 2.279 in proiezione su 100mila abitanti, pari a 60 nuovi casi di positività nella settimana. Castiraga Vidardo ha avuto incidenza 1.949, che su 2.908 abitanti al 31 dicembre 2020 equivale a 57 nuovi casi settimanali. Terranova Passerin i , 18 casi.; Caselle Land i, 29 casi. Maccastorna , incidenza 1.515 per 100mila, il che, con 65 abitanti, ha significato un solo caso. Codogno , 238 nuovi casi settimanali. Secugnago , 27 casi. Montanaso , 30 casi. Somaglia , incidenza 1.330, 51 casi. Fombio , incidenza 1.295, 29 casi. Ospedaletto , incidenza 1.290, 31 casi. Salerano , incidenza 1.286, 33 casi. Casaletto Lodigiano , incidenza 1.195, per 2.942 residenti, 35 casi.

Casalpusterlengo , 158 casi. Maleo 38 casi. Corno Giovin e , 11 casi. Galgagnano 12 casi. Graffignana 23. Bertonico , incidenza 894 per 1.069 abitanti, 9 casi. Casalmaiocco , incidenza 859, su 3.176 residenti, 27 casi. Mulazzano , 48 casi. San Martino , 31 casi. Sant’Angelo , incidenza 823, 109 casi. Castiglione , incidenza 816, 36 casi. Senna , 14 casi.

Merlino , 14 casi. Zelo Buon Persico , incidenza 806, per 7.415 abitanti, 60 casi. Cavenago d’Adda , 17 casi. Santo Stefano , 14 casi. Lodi Vecchio , incidenza 775, 59 casi.

Cornegliano , 22 casi. Orio Litta , 14 casi. Sordio , incidenza 729, 25 casi. Abbadia Cerret o, incidenza 722, pari a due nuovi casi, dopo che, con riferimento un mese fa è emerso, dalla sistematizzazione dei dati, un picco di 3.249, pari però a 12 casi (sui 281 abitanti), seguito da tre settimane senza nuovi positivi,

San Colombano , 52 casi. Turano 11 casi, Valera 12, Villanova 13, Marudo 12, Boffalora 12, Caselle Lurani 20, Lodi , incidenza 652, 292 casi. Castelgerundo , 9. Livraga 15, Tavazzano 34, Borgo San Giovanni 14, Pieve Fissiraga 10, Cervignano 12, Mairago 12, Cornovecchio , incidenza 469, 1 caso. Corte Palasio , 7 casi. Meleti , 2 casi. Crespiatica , incidenza 435 su 100mila, per 2.219 abitanti: 10 casi. Borghetto , incidenza 418, 18 casi. Massalengo , 17 casi. Ossago , 4 casi. San Rocco al Porto , 8 casi. Comazzo , incidenza 213 per 2.262 abitanti, 5 casi. Guardamiglio , 5 casi. Castelnuovo , il comune con l’incidenza più bassa della provincia relativamente ai nuovi tamponi positivi della settimana dal 20 al 26 dicembre, a quota 87 su 100mila, su 1.546 residenti ha avuto 3 nuovi casi.

«Lunedì a Codogno c’erano 352 “attualmente positivi - osserva il sindaco Francesco Passerini - il dato più elevato di sempre, anche perché nella prima ondata non c’erano tutti questi tamponi. Ma solamente una persona, classe 1936, è in ospedale, purtroppo in rianimazione. Speriamo tutti il meglio per lui, ma è un uomo che aveva già altri problemi di salute. Questi numeri ci fanno sperare, a partire dall’efficacia dei vaccini».


© RIPRODUZIONE RISERVATA