COVID Caos deroghe per la scuola, i presidi di Lodi “frenano”
Demetrio Caccamo, uno dei dirigenti scolastici che ha firmato la nota

COVID Caos deroghe per la scuola, i presidi di Lodi “frenano”

Una nota congiunta e urgente inviata al «Cittadino» nella giornata di domenica

«In relazione al dispositivo di sospensione delle lezioni in presenza delle scuole di ogni ordine e grado, finalizzato al necessario e primario obbligo di rispetto delle misure per il contenimento e la gestione dell’emergenza pandemica, si comunica quanto segue. A fronte delle numerose richieste pervenute e nelle more di un indispensabile chiarimento da parte dei competenti organi, fatta salva l’autonomia di ogni istituzione scolastica, si rende noto che con riferimento alla possibilità di frequenza in presenza, la priorità va agli alunni più fragili e, solo nel caso di numeri contenuti per ciascuna classe, ai figli del personale sanitario impegnato direttamente nel contenimento della pandemia, con entrambi i genitori impiegati in questa funzione». Lo rende noto un comunicato inviato al «Cittadino» dai dirigenti scolastici di Lodi: IC Lodi 1 Camminati Elena; IC Lodi 2 Riganò Carmela; IC Lodi 3 Menin Stefania; IC Lodi 4 Guerini Caterina; IC Lodi 5 Caccamo Demetrio.


Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola lunedì 8 marzo

© RIPRODUZIONE RISERVATA