Corse “fantasma”, l’Agenzia di bacino annuncia controlli dopo le proteste per i disservizi di Star Mobility

Corse “fantasma”, l’Agenzia di bacino annuncia controlli dopo le proteste per i disservizi di Star Mobility

Negli ultimi mesi pesanti disagi per i pendolari a causa della cancellazione di numerosi autobus

L’agenzia di bacino mette sotto controllo il trasporto pubblico locale. Dalla prossima settimana partiranno verifiche ad hoc sulla regolarità dei pullman in servizio, dopo che nei mesi scorsi si erano registrati disagi per la cancellazione di numerose corse dirette da Paullo e dai comuni del circondario verso Lodi e viceversa. Ad annunciarlo è il direttore dell’agenzia per il trasporto pubblico locale della Città Metropolitana di Milano, Monza e Brianza, Lodi e Pavia Luca Tosi, che dopo le segnalazioni degli utenti e le prese di posizione di alcuni sindaci del Lodigiano e del Sudmilano ha aperto un confronto serrato con l’azienda Star Mobility che esercisce il servizio su tale direttrice. «Siamo in costante contatto con la società, con interlocuzioni tese a fare il punto sullo scenario che è venuto a delinearsi e le relative criticità determinate da questioni sindacali conseguenti alla fusione aziendale e all’elevato numero di contagi e di quarantene Covid - dichiara Tosi -. Criticità che, in gran parte, sono state superate. Dalle informazioni che abbiamo ed io ho parlato ancora oggi (ieri per chi legge, ndr) con il direttore di esercizio di Star Mobility Lucio Piazzardi, risulta che la situazione sulla città di Lodi si è stabilizzata, mentre persistono ma sono in fase di risoluzione le problematiche sul servizio interurbano. In ogni caso, dalla settimana prossima, abbiamo in programma un monitoraggio a tappeto per avere un riscontro diretto di tutte le problematiche che vi possano ancora essere». In generale nei prossimi giorni dovrebbero essere completamente azzerate le “corse fantasma”.

«Io mi auguro che si normalizzi del tutto dopo Pasqua – aggiunge Tosi -. Già adesso abbiamo, in tal senso, avvisaglie positive». Dati in miglioramento che sono stati confermati indirettamente anche dai pendolari. «Questa settimana non abbiamo ricevuto segnalazioni da parte degli studenti che frequentano le scuole a Lodi – sottolinea Giancarla Rosa del Comitato per la difesa del trasporto pubblico locale -. I disagi, in precedenza, c’erano ed erano stati enormi, ma probabilmente è stata funzionale la manifestazione che abbiamo fatto con gli studenti il 24 marzo davanti alla sede di Star Mobility. Aver alzato la voce è stato utile per chiedere attenzione sul territorio. Va anche detto che se su Lodi e il tratto sudmilanese i miglioramenti ci sono, notiamo in questi giorni che in alcuni Comuni del Basso Lodigiano vi sono stati invece dei disguidi, tanto che siamo stati contattati da alcuni pendolari».


© RIPRODUZIONE RISERVATA