Coop Amicizia, c’è il via libera per i mini alloggi destinati ai ragazzi
Via a 10 alloggi nei locali dell’ex giudice di Pace (nella foto d’archivio la sede della coop)

Coop Amicizia, c’è il via libera per i mini alloggi destinati ai ragazzi

Codogno, parte il progetto che è stato rallentato dall’emergenza sanitaria

Ora “Appartamenti in centro” può partire. Con l’ok arrivato in commissione territorio giovedì, il progetto per la costruzione di 10 alloggi da parte della Cooperativa Amicizia nei locali dell’ex giudice di pace in via Pietrasanta, su un’area di 1300 metri quadrati, è pronto a prendere piede. Il via libera alla riqualificazione della struttura, per un progetto dal valore di 2 milioni finanziato per la metà da fondazione Cariplo e resasi possibile anche grazie all’aiuto dei genitori dei ragazzi che occuperanno gli appartamenti, verrà approvato nel consiglio comunale di mercoledì. «Siamo arrivati al traguardo – commenta Mario Perotti, presidente dell’ente che da oltre 30 anni si occupa di assistenza ai disabili -. Parliamo di un progetto di grande importanza per noi, ma soprattutto per i ragazzi. Appena possibile partiremo con i lavori di riqualificazione della struttura così dal renderla fruibile nel più breve tempo possibile. A febbraio avevamo consegnato le pratiche, ma quanto successo ha rallentato il tutto». Proprio sul prolungarsi dell’iter è intervenuto il sindaco Francesco Passerini. «Il rallentamento è stato inevitabile per via dell’emergenza – spiega -. Faremo sempre tutto quanto potremo per sostenere la Cooperativa Amicizia in questo progetto che valica i confini locali ed è di grande rilevanza per tutti». L’ok al permesso di costruire è arrivato giovedì nella commissione guidata dal neopresidente Luigi Melas. «Siamo fieri di un’iniziativa del genere e altrettanto orgogliosi di un’associazione come la Cooperativa Amicizia – ricorda -. Saremo sempre al loro fianco, si va a fornire un nuovo importante servizio alla comunità».n


© RIPRODUZIONE RISERVATA