Contro “movida selvaggia” Codogno chiude anche i distributori automatici
Un distributore automatico

Contro “movida selvaggia” Codogno chiude anche i distributori automatici

Nuovo divieto anti covid dalle 21 alle 7 nei fine settimana

Nuova stretta per debellare e annullare comportamenti scorretti per la movida in città. Dopo l’ordinanza firmata una settimana fa dal sindaco Francesco Passerini in accordo con i colleghi di Lodi, Sara Casanova, di Casalpusterlengo, Elia Delmiglio e di Sant’Angelo, Maurizio Villa, volti ad impedire la vendita per asporto di bevande alcoliche, consumabili solamente negli spazi gestiti dai rivenditori come plateatici o tavolini interni, nel fine settimana dalle 21 alle 7, un’integrazione firmata mercoledì blocca, sempre nei medesimi orari e giornate, anche l’attività dei distributori self service di alimenti e bevande, anche non alcoliche. Il fine è sempre quello, evitare assembramenti. Perché anche i distributori, come quelli posizionati ad esempio in piazza Cairoli, possono essere luogo di aggregazione, di assembramento e quindi di mancato rispetto delle norme anti-Covid. Molti gruppetti di giovanissimi infatti nel fine settimana si ritrovano nella piazza centrale della città e si riforniscono proprio ai distributori prima di dirigersi nei parchi cittadini o sotto la Loggia. «Anche qui quindi potrebbero esserci dei rischi – commenta il primo cittadino -. Per questo abbiamo firmato l’integrazione all’ordinanza precedente. La disposizione anche in questo caso avrà dunque durata fino al 14 luglio». Non è da escludere però, anche a seguito di nuovi decreti regionali, che venga prolungata. Di sicuro, per tutto il mese di luglio, e con possibilità anche nel mese di agosto, durante le ore serali del fine settimana, tra venerdì e sabato e tra sabato e domenica, le giornate di maggior afflusso di persone in centro, gli agenti di polizia locale vigileranno in città insieme ai carabinieri proprio per debellare ed evitare assembramenti e comportamenti scorretti. «Il servizio è partito già da qualche settimana e certamente si prolungherà sino a fine luglio. Non è escluso poi che prosegua anche dopo la metà di agosto», conclude Passerini.


© RIPRODUZIONE RISERVATA