Sant’Angelo - Condevo, dalla mensa aziendale i pasti per le famiglie bisognose
Il personale che si occupa dei pasti a domicilio a Sant’Angelo e dintorni

Sant’Angelo - Condevo, dalla mensa aziendale i pasti per le famiglie bisognose

Il gesto della famiglia Giannoni che guida il colosso metalmeccanico

L’iniziativa è nata il giorno di Pasqua, per far arrivare un conforto a chi non poteva permettersi di allestire la tavola. Passata la festività, però, è diventata molto altro. Una cordata silenziosa, operosa e solidale che ogni giorno assicura circa 110 pasti gratuiti tra Sant’Angelo Lodigiano, Marudo e Castiraga Vidardo, con il supporto della Croce Bianca. È l’iniziativa della Condevo spa, gigante metalmeccanico fondato dalla famiglia Giannoni, oggi di stanza nel Lodigiano a Marudo e Castiraga Vidardo, con sedi anche in Macedonia e in Corea. L’azienda fino allo scorso martedì era chiusa per effetto del lockdown deciso dal Governo, ma la direzione aziendale ha deciso di far funzionare comunque il servizio mensa e di far consegnare i pasti alle famiglie oggi difficoltà per la crisi. Ha chiesto l’aiuto dei parroci, sentinelle attente al tessuto sociale e alle situazioni di disagio; ha coinvolto la ditta Volpi – che ha assicurato prezzi ribassati e anche qualche aggiunta al menù di Pasqua ad esempio – e inizialmente sono state individuate una quarantina di famiglie. Poi il numero è via via cresciuto e oggi sono 110 i pasti consegnati ogni giorno. Il lavoro alla Condevo è ripreso martedì, ma la direzione aziendale ha deciso, di fatto, di raddoppiare il numero di pasti ordinati quotidianamente per continuare l’aiuto solidale fino al prossimo 3 maggio. Non è la prima iniziativa solidale della famiglia Giannoni, da sempre attiva e attenta al settore sociale, alle parrocchie e anche alle iniziative culturali con importanti donazioni. «Molte persone sono in grave difficoltà, tanti non riceveranno uno stipendio e volevamo dare un messaggio: la nostra mensa è aperta per chi può andare al lavoro, ma anche per chi non può andarci ed è in difficoltà – spiega Raffaele Giannoni, alla direzione aziendale - : spesso sono persone che non chiedono aiuto e che siamo riusciti a raggiungere tramite le parrocchie. Accanto alle misure di sicurezza, ai presidi di protezione, a molte famiglie serve un bene primario, come il cibo. E questa non è un’esigenza rimandabile». I dipendenti della Condevo hanno anche messo in piedi una raccolta fondi e hanno destinato 1000 euro alla Croce Bianca, raddoppiati dalla direzione aziendale. Il progetto è stato sposato con entusiasmo dalla onlus del soccorso, che ha come mission l’aiuto al prossimo e che ci ha messo cuore, volontà e braccia.

Rocco e Raffaele Giannoni

Rocco e Raffaele Giannoni

Rocco e Raffaele Giannoni


© RIPRODUZIONE RISERVATA