COMUNALI PROVINCIA San Donato, sempre più probabile il ballottaggio Ginelli-Squeri. Festeggiano Bellomo, Pesatori, Bassan, Delfini e Infante.
Melegnano, i festeggiamenti di Bellomo (Foto by Andrea Canali)

COMUNALI PROVINCIA San Donato, sempre più probabile il ballottaggio Ginelli-Squeri. Festeggiano Bellomo, Pesatori, Bassan, Delfini e Infante.

Gli aggiornamenti minuto per minuto sulla situazione a Melegnano, San Donato, Dresano, Castiglione, Valera e San Rocco

(ore 19.41) A San Donato è sempre più probabile il ballottaggio tra Ginelli e Squeri. Mancano cinque sezioni e sono oltre trecento i voti che separano Massera dall’outsider Squeri.

(ore 18.51) A San Donato, Ginelli è intorno al 37 per cento, Squeri e Massera se la giocano sul filo del 33 per cento, divisi da un centinaio di voti. Mancano ancora una decina di sezioni, ma ballottaggio appare ormai inevitabile.

(ore 18.24) Dopo la certezza della vittoria al primo turno, è iniziata la festa per il 52enne sindaco Vito Bellomo, per la terza volta alla guida di Melegnano dopo il doppio mandato tra il 2007 e il 2017. Leader dell’intero centrodestra, Bellomo ha sconfitto nettamente con il 55 per cento dei voti la 64enne portabandiera del fronte progressista Marina Baudi e il 60enne sindaco uscente Rodolfo Bertoli alla guida di due liste civiche, che si sono fermati rispettivamente a percentuali non lontane dal 35 e dal 10 per cento. I dati ufficiali non ci sono ancora, ma per Bellomo è già iniziata la festa con i suoi sostenitori in via Conciliazione all’esterno della sede elettorale del centrodestra, dove diversi cittadini sono passati per fargli i complimenti con il presidente del consiglio comunale Davide Possenti e l’ex sindaco Pietro Mezzi.

(ore 18.07) A Castiglione, Tino Pesatori, il sindaco uscente, è riconfermato con un distacco risicato di 15 voti rispetto al suo ex vicesindaco Stefano Priori. (N. A.)

(ore 17.12) Melegnano: I dati non sono ancora ufficiali, ma Bellomo dovrebbe aver conquistato il 54 per cento dei voti. (S. C.)

(ore 17.06) Castiglione: anche la sezione 4 la vince Pesatori per circa 40 voti. Rimangono la 2 e la 4 come sezioni da completare: qui è avanti Priori, con distacchi ampi, ma forse non sufficienti per colmare il gap. Ballano 45 voti, si decide tutto nella sezione 2. (N. A.)

(ore 16.45) Ginelli avanti, a giocarsi il posto al ballottaggio, sul filo dei numeri, saranno Guido Massera e Francesco Squeri, vero exploit della competizione elettorale che in diverse sezioni ha sbaragliato di avversari. A meno della metà delle operazioni di voto, lo scenario che si presenta a San Donato è ancora estremamente fluido, con i tre candidati che si stanno contendendo ogni singolo voto, in una tornata elettorale giocata sul filo delle preferenze.

(ore 16.42) Ancora in bilico la situazione a Castiglione. Nella prima sezione avrebbe vinto Tino Pesatori, nelle altre due è avanti Stefano Priori. (N. A.)

(ore 16.33) “La gente ha dato un segnale importante. Faremo di tutto per onorarlo”. Queste le prime parole del sindaco eletto di Valera Fratta Fabio Bassan, che ha vinto con oltre il 60 per cento, risultato che non ammette repliche. Bassan ha accolto la notizia ai seggi, con attorno un tifo da stadio, poi si è recato in comune a salutare i dipendenti. Ora è tempo di Brindisi con i propri supporter.

(ore 16.33) Spoglio sul filo di lana, con i tre candidati che si rincorrono in un testa a testa a tre con ribaltoni continui a San Donato. A profilarsi è un ballottaggio che, al momento, vede probabile un Ginelli-Squeri, ma Massera è vicinissimo. Alle 16 protagonista è quindi ancora l’incertezza.

San Rocco al Porto: stretta di mano tra Delfini e Marinoni

San Rocco al Porto: stretta di mano tra Delfini e Marinoni
(Foto by Laura Gozzini)

(ore 16.32) San Rocco. Sono 272 i voti di scarto della lista “Patto per San Rocco” capitanata da Matteo Delfini sulla lista “San Rocco al Porto” di Alberto Marinoni. Complessivamente i votanti sono stati 1545 su 2671 elettori, 17 le schede bianche e 40 le nulle. Delfini ha ottenuto 880 voti, mentre Marinoni si è fermato a 608.

(ore 16.25) Al netto delle nulle e delle bianche, Nicola Infante è il nuovo sindaco eletto a Dresano con 770 voti; seguono Daniela Pilloni con 467 consensi e terzo Cesare Mannucci a 138 ( insieme non raggiungono quota 650). Infante ha vinto in tutte le tre sezioni. “Ora ricostruire il dialogo con cittadini e associazioni dopo una campagna “tosta” con attacchi duri - la prima dichiarazione del 36enne attuale vicesindaco - ricucire con le minoranze innanzitutto, poi con le associazioni, le realtà sociali, tutto”. Daniela Pilloni delusa e non lo nasconde anche nei gesti: “ci speravo, devo dirlo. Ha prevalso una scelta di continuità rispetto a tante istanze di cambiamento che pure Uniti aveva raccolto; si vede che tali istanze non erano così forti”. Mannucci:” c’erano due liste con programmi realizzabili e una no. In fondo il voto è stato un’operazione verità”.

(ore 15.53) Dresano, Infante è il nuovo sindaco. A Melegnano, il leader del centrodestra Vito Bellomo nettamente avanti, seguono Marina Baudi e in terza posizione Rodolfo Bertoli.

(ore 15.50) A Valera, Fabio Bassan è il nuovo sindaco, mentre è ufficiale anche la riconferma di Matteo Delfini a San Rocco.

(ore 15.38) A San Rocco, il sindaco uscente Matteo Delfini verso la riconferma: dallo spoglio dei seggi 1 e 3, i numeri infatti danno quasi per certa la vittoria del centrosinistra. (L. G.)

(ore 15.31) Da Melegnano, la notizia che nei seggi di via Cadorna è avanti Vito Bellomo. (S. C.)

(ore 15.19) Sostanziale equilibrio a Castiglione tra i tre candidati, Tino Pesatori, Michael Crea e Stefano Priori (N. A.)

(ore 15.15) A Dresano si è arrivati a metà spoglio dei circa 1440 voti validi. Nicola Infante, già vicesindaco di “Primavera per Dresano”, maggioranza uscente, è a 430 voti contro i 252 di Daniela Pilloni (”Uniti per Dresano”) e i 60 di Cesare Mannucci (”Dresano in comune”). L’esito sembra quindi profilarsi a favore della continuità. (E. D.)

Lo spoglio dei seggi a Melegnano

Lo spoglio dei seggi a Melegnano
(Foto by Andrea Canali)

(ore 15.12) Dai primi spogli nei seggi in via Giardino a Melegnano, c’è avanti la coalizione del leader del centrodestra Vito Bellomo. (S. C.)

(ore 15.10) A Valera lo spoglio prosegue spedito e dà l’indicazione di un vantaggio netto del candidato sindaco Fabio Bassan sostenuto dal centrodestra. Il risultato definitivo è atteso a breve. (A. B.)

(ore 14.55) Aggiornamento da Melegnano. Sempre dai primissimi spogli nei seggi in via Cadorna, sembra esserci una testa a testa Baudi-Bellomo con dietro Bertoli. (S. C.)

(ore 14.42) Dalla primissima fase dello spoglio dei seggi in viale Lazio e in via Cavour, a Melegnano è in vantaggio Bellomo, seguito da Baldi e Bertoli (S. C.)

(ore 14.24) Dopo un quarto d’ora di scrutinio a Dresano, circa 3020 abitanti e 2500 aventi diritto al voto, sembra profilarsi con una certa chiarezza un vantaggio, quasi testa a testa, per Nicola Infante (“Primavera per Dresano”, maggioranza uscente) e Daniela Pilloni (“Uniti per Dresano”, nuovo gruppo formato dall’ex consigliera del gruppo misto). Indietro Cesare Mannucci (“Dresano in comune”). Ieri alle 23 aveva votato il 58 per cento circa, in aumento rispetto al 2017. (E. D.)

(ore 14.13) Affluenza in calo a San Rocco al Porto dov’è appena iniziato lo spoglio dei voti e dove ieri i cittadini che si sono recati a votare sono stati il 57,81%, quasi quattro punti percentuali in meno rispetto a cinque anni fa quando la percentuale era stata del 61,77 %. Ieri alle 12 era del 22,69%, alle 19 del 43,88 e alle 22 si è fermata al 57,81 %. su un totale di 2671 elettori. La partita è tra il sindaco uscente Matteo Delfini del centrosinistra e il candidato Alberto Marinoni del centrodestra.

San Donato, si aprono le prime schede amministrative

San Donato, si aprono le prime schede amministrative
(Foto by Andrea Canali)

(ore 14.10) San Donato ore 14, iniziano le operazioni di spoglio delle schede elettorali. In corsa, tre candidati sindaco, Gianfranco Ginelli (centrosinistra), Guido Massera (centrodestra), Francesco Squeri (Liste Civiche). Attesa per un risultato non scontato, probabilmente si renderà necessario il turno di ballottaggio per eleggere il nuovo sindaco. (B.S.)

(ore 14.04) A Melegnano è tutto pronto per lo spoglio delle elezioni amministrative, che partirà alle 14 nei 16 seggi presenti nelle diverse zone della città, dove saranno presenti i rappresentanti di lista dei tre schieramenti in campo. Il fronte progressista a sostegno della 64enne Marina Baudi ha fissato il proprio quartier generale nella sede elettorale in via Marconi, mentre i supporter del 52enne leader del centrodestra Vito Bellomo si ritroveranno nella sede elettorale in via Conciliazione. Per quanto riguarda infine le due liste civiche che appoggiano il 60enne Rodolfo Bertoli, si daranno appuntamento nella sede del comitato elettorale in piazza IV Novembre in centro città. Alle amministrative di domenica ha votato il 53,24 per cento degli aventi diritto per un totale di 7.205 elettori, in calo di quasi sei punti rispetto al 59,06 per cento delle comunali 2017. (S.C.)

(ore 14) Sta cominciando lo spoglio delle schede in tutto il territorio. Si votava, nel Sudmilano, a Melegnano (53,24 per cento di affluenza), San Donato (50,29 per cento) e Dresano (59,22 per cento). Nel caso che nessuno dei candidati raggiunga la maggioranza assoluta, Melegnano e San Donato (rispettivamente con 18mila e 32mila abitanti) andranno al ballottaggio.

Nel Lodigiano, invece, i comuni al voto sono Castiglione d’Adda (affluenza al 61,2 per cento), Valera Fratta (63,55 per cento) e San Rocco al Porto (57,81 per cento). Nessuno di questi rischia il ballottaggio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA