Computer, Internet e microfoni: cresce il mondo delle web radio
Alcune delle sigle locali inj rete

Computer, Internet e microfoni: cresce il mondo delle web radio

Sempre più “canali” anche nel Lodigiano e nel Sudmilano

Sono sparse per il territorio e grazie a Internet animano le giornate del Lodigiano e del Sud Milano, sono le web radio di Casalpusterlengo, Codogno, Muzza di Cornegliano Laudense, San Donato, Sant’Angelo e Peschiera Borromeo.

RadioActive 20068, di Peschiera, è la radio di e per i cittadini: «Il nome rappresenta lo spirito della nostra radio, che è una realtà per tutti, una chiamata alla comunità peschierese a essere attiva all’interno della vita della propria città - spiega Raffaele Vailati, Assessore alle Politiche Giovanili e primo promotore del progetto -. Aggiungendo il CAP abbiamo dato un’esplicita identità territoriale». E lo spirto viene rispettato, infatti «la radio è interamente gestita da cittadini, che in questi mesi hanno imparato la tecnica della radio web, l’utilizzo dei software e le logiche di questo canale di comunicazione – continua Vailati -. Rispetto al tema dell’aggregazione, poi, abbiamo un’attenzione particolare per giovani, infatti, anche grazie al progetto “WorkOut” (servizio rivolto ai giovani del territorio in cui lavorano educatori professionali specializzati nelle Politiche Giovanili) si è avviato il primo corso di formazione per speaker radiofonici».

Ai giovani si rivolge anche il progetto (di cui si è recentemente conclusa la prima parte) “SandoOnAir”, dell’associazione Sando Calling, di San Donato, nato con l’obiettivo di «raccontare il nostro territorio dando rilevanza e voce a storie di giovani che dal basso hanno portato un cambiamento positivo nel proprio contesto», come si legge sul loro sito. I giovani sono stati coinvolti anche direttamente tramite un laboratorio in collaborazione con il CAG di San Donato, che li ha portati a realizzare una delle puntate del palinsesto (online in forma di podcast).

C’è poi Adj Channel, con sede alla Muzza di Cornegliano, con un palinsesto che offre contenuti di vario tipo, dalla cucina all’astrologia, insieme a un’attenta selezione musicale. La radio, infatti, nasce da Andrea Bambini, noto con il nome di dj Andrew e dalla moglie e cantante Sabrina. Il loro intento è quello di offrire ai cittadini un luogo dove svagarsi.

E ai cittadini, che si propone di coinvolgere sempre di più, pensa anche Radio Sant’AngeLo. Nata in una mansarda con un solo programma, ad oggi si appoggia ad una sala prove della città e vanta un’offerta di sei programmi, che vengono messi online come podcast. Anche in questo caso i temi sono diversi e vanno dalla cronaca locale trattata con spensieratezza alla musica e allo sport della zona.

Infine, troviamo chi, pur non escludendo altre tematiche, si concentra sulla musica. È il caso della codognina Radio Sange. «La musica, o per meglio dire il rock, la fa da padrone, ma trattiamo anche temi di carattere sociale, il tutto senza cadere nel noioso iter della schedulazione programmatica standard», spiega Pierluigi Sangermani, fondatore della radio insieme a Chiara Ghilardotti, dal cui cognome l’emittente prende il nome.

E sulla musica si incentra anche la “vicina di casa” Bang Bang Radio”, di Casale, che, prima dell’emergenza causata dal coronavirus, si caratterizzava per la presenza di ospiti musicali durante le trasmissioni e nel periodo estivo trasmetteva direttamente dai festival. Insomma, l’offerta e ampia e varia, non resta che scegliere dove sintonizzarsi!


© RIPRODUZIONE RISERVATA