CASALE Un progetto per formare gli operatori dell’assistenza
Una comunità per il lavoro (Foto by Sara Gambarini)

CASALE Un progetto per formare gli operatori dell’assistenza

Il corso aiuterà 24 allievi a diventare Oss e Asa per trovare un impiego

Partito il progetto “Una comunità per il Lavoro”: storie di chi cerca una nuova vita. Il corso di formazione per diventare prima Asa, assistenti socio assistenziali, e poi Oss, operatori sociosanitari, è iniziato nei giorni scorsi anche nella sede del Cfp di Casale, in piazza Leonardo da Vinci. Il progetto, sostenuto da Fondazione Cariplo e Sal, è promosso dalla Fondazione Comunitaria di Lodi e vede coinvolti in rete CFP, CPIA e ASST, oltre a 9 comuni, 5 rsa, 2 Residenze Sanitarie per Disabili e una cooperativa sociale che eroga il servizio di assistenza domiciliare. Si rivolge a persone che vogliono riqualificarsi e migliorare le proprie competenze professionali.

Gli allievi selezionati sono in tutto 24, due uomini e per il resto donne, che hanno tra i 19 e i 56 anni. L’età media è intorno ai 40 anni e si tratta di 13 cittadini italiani e di 11 cittadini stranieri, residenti da molti anni a Lodi o nei dintorni. A Casale, come avviene anche a Lodi, gli studenti parteciperanno alle lezioni ogni pomeriggio, dalle 13,30 alle 18,30, fino a fine luglio e poi, dopo la sospensione di agosto, dal primo settembre a metà ottobre. Successivamente, fino a fine dicembre, seguiranno dei tirocini nelle residenze sanitarie assistite o per disabili (che partecipano al progetto) e poi torneranno in aula per un mese e mezzo, prima di seguire un esame in febbraio e diventare Asa. A quel punto inizierà il corso per diventare Oss, che ha 20 posti a disposizione e avrà lo stesso andamento, con lezioni in classe e poi tirocinio nelle strutture lodigiane. Durante questo periodo di studio riceveranno una diaria mensile di 500 euro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA