CODOGNO Schianto alla rotonda lasciata al buio dai ladri di rame
La scena dell’incidente tra Codogno e San Fiorano (foto vigili del fuoco)

CODOGNO Schianto alla rotonda lasciata al buio dai ladri di rame

Dopo l’incidente di venerdì si è scoperto che l’impianto di illuminazione era stato saccheggiato

Laura Gozzini

Schianto venerdì sera alla nuova rotatoria tra Codogno e San Fiorano, carabinieri e vigili del fuoco accorrono sul posto e scoprono un grosso furto di rame. Tra la fuoriuscita stradale e la razzia non vi sono collegamenti, se non che l’incidente sulla provinciale 116 è avvenuto alla rotatoria al buio e da un rapido controllo è emerso che a far saltare l’impianto è stato il furto dei cavi in rame. Informati dell’accaduto, il sindaco di Codogno Francesco Passerini e l’assessore ai lavori pubblici Severino Giovannini hanno raggiunto i militari sul posto e il sopralluogo nel cantiere abbandonato della ditta Contardi ha portato alla scoperta che erano stati rubati i cavi della centralina elettrica e dei pozzetti. Da una prima stima si tratterebbe di 200 metri di “oro rosso”. L’amministrazione comunale si è impegnata ad attivarsi affinché l’illuminazione sia presto ripristinata. I carabinieri intanto hanno avviato le indagini.


Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola lunedì 26 ottobre

© RIPRODUZIONE RISERVATA