Codogno, sabato in San Biagio la Messa di suffragio per fra’ Emanuele Zanaboni
Fra’ Emanuele Zanaboni in Senegal

Codogno, sabato in San Biagio la Messa di suffragio per fra’ Emanuele Zanaboni

Nella stessa giornata in cui il missionario sarà sepolto in Senegal

Sabato prossimo 14 maggio alle ore 9, nella chiesa parrocchiale di San Biagio a Codogno, il parroco monsignor Iginio Passerini celebrerà la Santa Messa di suffragio per fra’ Emanuele Zanaboni in concomitanza alle sue esequie che si terranno in Senegal alla presenza delle autorità locali e delle rappresentanze delle diverse religioni. Il solenne rito cattolico sarà presieduto dal vescovo diocesano monsingor Ernest Sambou, che concelebrerà con i sacerdoti delle diocesi senegalesi, presso la storica cattedrale di Saint Louis, dove la salma di fra Emanuele giungerà dalla “sua” missione di Savoigne. Sempre a Saint Louis, nel cimitero della vecchia capitale, avverrà la definitiva sepoltura nella parte cattolica destinata al clero. Fra Emanuele si è spento nel suo letto alla missione di Savoigne martedì 3 maggio, a seguito di un malore. Nato il 20 febbraio 1940 a Codogno, aveva 82 anni. Fra’ Zanaboni era diventato prima frate dell’ordine dei Fatebenefratelli e poi sacerdote. Dopo le prime missioni in Togo e in Benin, era giunto in Senegal e a Savoigne aveva fondato la comunità San Biagio costruendo l’oratorio, la chiesa, una scuola di statue. Nel 1992 il Comune di Codogno lo aveva nominato “codognese benemerito”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA