CODOGNO Chiede un collirio, la farmacia scopre che ha un ictus in corso - GUARDA L’INTERVISTA
Gianpiero Sordi

CODOGNO Chiede un collirio, la farmacia scopre che ha un ictus in corso - GUARDA L’INTERVISTA

La storia di Gianpiero Sordi e di Rosa Cavalli

«La dottoressa Rosa Cavalli mi ha salvato la vita, le sono enormemente grato». Gianpaolo Sordi ha 66 anni, vive a Corno Giovine e lavora a Milano. Da un letto del reparto di neurologia dell’ospedale di Lodi racconta la sua storia, di com’è stato salvato per il rotto della cuffia da un “ictus conclamato” diagnosticatogli la sera di martedì 30 novembre al pronto soccorso di Codogno. A indirizzarlo lì è stata Rosa Cavalli, titolare della farmacia Scacchi di via Vittorio Emanuele a Codogno, quella sera “di turno”, cui Sordi di rientro dal lavoro si era rivolto per farsi dare un collirio. La dottoressa però ha riconosciuto subito la gravità del caso e ha invitato il paziente in pronto soccorso. Salvandogli la vita.


Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola martedì 7 dicembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA