CODOGNO Due anni dopo il paziente uno chiude l’ultimo reparto Covid
Ambulatorio Covid a Codogno (Archivio)

CODOGNO Due anni dopo il paziente uno chiude l’ultimo reparto Covid

I ricoverati verranno dimessi, chirurgia e riabilitazione cardiologica torneranno alla loro attività consueta

All’ospedale di Codogno chiude anche l’ultimo reparto Covid-19. I pazienti ricoverati per il virus saranno dimessi entro oggi, giovedì 17 febbraio, e da domani partiranno le operazioni di sanificazione dei locali del reparto cardiorespiratorio, convertito appunto in ala Covid insieme al reparto di chirurgia, che invece è tornato operativo già da una decina di giorni. A dare il felice annuncio è stato il direttore generale dell’Asst di Lodi Salvatore Gioia: «Domenica ho dato indicazioni di chiudere l’ultimo reparto Covid nel cardiorespiratorio, dal momento che siamo nelle condizioni di poterlo fare - spiega -. La chirurgia è già riaperta e il cardiorespiratorio, se riusciamo a terminare la sanificazione in tempo riaprirà già venerdì o al più tardi lunedì». Lunedì 21 febbraio, secondo anniversario della scoperta del paziente 1 proprio all’ospedale di Codogno. Una ricorrenza che in città sarà celebrata con la Messa nella chiesa parrocchiale e la posa di due corone d’alloro da parte del Comune al cimitero e al monumento ai caduti Covid. Una data scelta dal dottor Gioia non a caso. «L’ho voluta proprio come simbolo positivo nel giorno in cui abbiamo avuto quella terribile notizia due anni fa – riflette il direttore generale -. Dietro c’è tutto il lavoro che abbiamo fatto grazie alla vaccinazione, per cui è un simbolo ma che dietro ha tanta sostanza».


© RIPRODUZIONE RISERVATA