CERRO «La nostra lotta contro il virus»
Nella foto da sinistra Giulio De Simone e Caterina Soldano

CERRO «La nostra lotta contro il virus»

La storia dei fruttivendoli di Riozzo

«Prima mio marito a novembre e poi io nell’ultimo periodo, la nostra battaglia contro l’incubo Covid: oggi finalmente riapriamo il negozio dopo tre settimane di chiusura forzata». Conosciuta da tutti in paese come “la Katia”, Caterina Soldano racconta così la doppia odissea vissuta negli ultimi mesi e conclusasi proprio nella giornata di ieri, quando ha riaperto i battenti la bottega di frutta e verdura nel cuore della frazione cerrese di Riozzo, che dallo scorso giugno gestisce in tandem con il marito Giulio De Simone e il figlio Andrea.

«Il negozio era chiuso dalla prima decade di febbraio, quando sono risultata positiva al Covid - afferma sollevata la titolare dell’Isola della frutta -: per fortuna sono stata contagiata in forma leggera, solo qualche linea di febbre e poco più, ma ho dovuto naturalmente seguire scrupolosamente tutte le prescrizioni del caso sino all’esito negativo del tampone. A partire ovviamente dall’impossibilità di lasciare la mia abitazione, obbligo esteso a mio marito Giulio e a nostro figlio Andrea, che lavorano con me nel negozio in largo San Rocco, la cui chiusura si è protratta complessivamente per tre settimane - continua la popolare Katia, che abita con la famiglia nella frazione cerrese -: solo dopo l’esito negativo del tampone arrivato in questi giorni, stamattina (ieri per chi legge ndr) abbiamo finalmente ripreso l’attività che, sempre a causa del Covid, era rimasta chiusa anche lo scorso novembre».

In quel caso a risultare positivo era stato il marito Giulio, le cui condizioni neppure allora hanno destato particolari preoccupazioni. «Grazie a nostro figlio Andrea rimasto indenne dalla pandemia, in quella circostanza il periodo di chiusura era stato più limitato, ma abbiamo dovuto in ogni caso alzare bandiera bianca per una settimana - conclude la fruttivendola di Riozzo -. Sia a novembre sia nell’ultimo mese abbiamo ricevuto decine di messaggi di solidarietà da parte della popolazione locale, che ringraziamo di cuore per la straordinaria vicinanza dimostrata in questo periodo non certo semplice». Anche nella giornata di ieri è stato continuo il via vai di riozzesi che si affacciavano in negozio anche per un semplice saluto o un caloroso «bentornati». «Katia, Giulio e Andrea sono sempre sorridenti, disponibili e affabili, la loro è l’unica bottega di frutta e verdura presente in paese - hanno detto alcuni di loro -: siamo davvero contenti che, dopo aver vinto la battaglia contro il Covid, abbiano finalmente riaperto i battenti».


© RIPRODUZIONE RISERVATA