Cavenago riapre il suo museo GUARDA IL VIDEO
Il presidente Pallavera con i volontari degli Amici del Museo (Agosti)

Cavenago riapre il suo museo GUARDA IL VIDEO

Domenica la ripartenza per “Cioca e berloca” che ospita centinaia di testimonianze della civiltà contadina

Riapertura domani, domenica 21 giugno, per il museo della civiltà contadina “Ciòca e berlòca” e dalla fotografia di Cavenago. Dopo la chiusura abituale da novembre a marzo e quella forzata causa Coronavirus, il polo situato al primo piano del palazzo municipale in piazza Matteotti è pronto ad accogliere nuovamente i suoi visitatori.

Nel rispetto delle normative in vigore, si potrà accedere ai locali solamente muniti di mascherina e in una delle tre visite organizzate (alle 15, 16 o 17). Il museo, aperto ogni terza domenica del mese, si estende su una superficie di 500 metri quadrati e, dopo le ultime donazioni, circa 300 oggetti in tutto arrivati nei mesi scorsi, contiene più di 5 mila pezzi tra vecchi attrezzi da lavoro, da quelli di campagna a quelli per le sarte, passando per muratori e fabbri, vecchi arredi, con ricostruzione fedele di ambienti familiari, una sala dedicata alla religiosità, orologi, tra cui alcuni anche di campanile, e numerose fotografie, di cui numerose facenti parte dell’archivio di Silvano Bescapè, manifesti cinematografici, vere e proprie sale dedicate a vecchi set.

A riorganizzare le sale come sempre i volontari dell’associazione “Amici del Museo” presieduta da Ferruccio Pallavera.


© RIPRODUZIONE RISERVATA