Cattedrale vegetale, boom di firme per il salvataggio

Cattedrale vegetale, boom di firme per il salvataggio

Crescono le adesioni della petizione online lanciata da Asvicom per salvare l’opera di arte-natura progettata da Giuliano Mauri

Già più di mille i sostenitori della petizione lanciata da Asvicom per salvare la cattedrale vegetale martoriata dalle intemperie dell’inverno e al centro di numerose polemiche.
Ieri anche la segreteria del Pd di Lodi ha rilanciato la petizione. L’appello è a «tutti i cittadini che rivogliono la cattedrale vegetale di Giuliano Mauri a Lodi».

«Vederla ora ridotta a un cumulo di macerie fa male e non può essere accettato - scrive Asvicom -. Siamo sicuri che la cattedrale vegetale possa essere salvata e ripristinata e ci auguriamo che non sia lontano il giorno in cui, inoltrandosi sulla sponda dell’Adda sarà ancora possibile ammirarla».

La segreteria del Partito democratico di Lodi l’ha rilanciata, ieri, invitando i lodigiani a collegarsi per la firma all’indirizzo http://chng.it/X4Tjp7yMK8. L’obiettivo è arrivare a 1500 firme. Vittorio Codeluppi, presidente di Asvicom, l’associazione dei commercianti, ha rilanciato sul proprio profilo la pagina dedicata al salvataggio della cattedrale vegetale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA