CASTIGLIONE Riammessa la lista di Crea: sono tre sfidanti per il Comune
Michael Crea

CASTIGLIONE Riammessa la lista di Crea: sono tre sfidanti per il Comune

Ribaltone nella campagna elettorale dopo il parere del Tar

Nuovo ribaltone nella campagna elettorale di Castiglione, la civica guidata da Michael Crea viene riammessa. Si è espresso nel pomeriggio di ieri il Tar di Regione Lombardia a seguito del ricorso presentato dopo l’esclusione di “Castiglione da migliorare”. Sabato era infatti arrivata per Crea e tutto il suo gruppo la doccia fredda. Durante il controllo della documentazione e il sorteggio dell’ordine delle liste, era arrivata l’esclusione a seguito di alcune carenze che si rifacevano a dati mancanti nei sottoscrittori.

Subito però “Castiglione da migliorare” aveva comunicato di essere pronta a presentare ricorso. E così è stato, con l’incarico assegnato ad un avvocato per dipanare la questione. Un’attesa di pochi giorni conclusa positivamente ieri pomeriggio, come ampiamente previsto in paese, con il gruppo, di cui fanno parte ex amministratori come il già sindaco Umberto Daccò, Pietro Cremonesi, vicesindaco proprio durante l’amministrazione Daccò, e Tiziana Bonazzi, ex assessore e tutt’ora consigliera de Il Progresso di Castiglione, che ha quindi potuto esultare a seguito della riammissione. «Siamo felici del risultato che ci permette di entrare finalmente nel vivo della campagna elettorale e di parlare di contenuti», si è limitato a commentare Crea, il primo a palesare ormai un mese fa quasi la sua candidatura al ruolo di primo cittadino. Iniziale esclusione che ha rallentato i piani del gruppo come evidenziato poi dal candidato, con la presentazione ufficiale alla cittadinanza che dovrebbe comunque arrivare già la prossima settimana. Interessante ora sarà anche la reazione degli altri due candidati sindaci, anch’essi civici, il primo cittadino uscente Tino Pesatori, alla guida di “Valore in Comune”, e Stefano Priori, vicesindaco proprio con Pesatori e sceso in campo con “RipartiAmo Insieme”: la presenza di tre liste infatti fraziona maggiormente i voti, con la corsa alla fascia tricolore che potrebbe quindi essere decisa per una manciata di preferenze.n


© RIPRODUZIONE RISERVATA