CASTIGLIONE Covid, le giornate del ricordo: una stele per tutte le vittime
I lavori per la realizzazione della stele in piazzale Incoronata a Castiglione

CASTIGLIONE Covid, le giornate del ricordo: una stele per tutte le vittime

Evento per ringraziare gli “angeli” dell’assistenza

Due giornate per il ricordo e la riconoscenza. Il prossimo fine settimana sarà interamente dedicato a chi durante le fasi più dure dell’emergenza sanitaria ci ha lasciato e a chi ha lavorato duramente per garantire la massima assistenza. Sabato 19 alle 21 nel piazzale dell’Incoronata si terrà “Amore Vincit Omnia-l’amore vince sopra ogni cosa”. «Non dimenticheremo mai la tragicità dei mesi passati. Il prossimo sabato però vorrei che i presenti ricordino solo la musica, la dolcezza di parole e danze che lambiscono il dolore e coprono il rumore delle sirene delle ambulanze, trasportandoci verso la leggerezza di una rinascita – spiega l’assessore alla cultura Daniela Zucchetti, il cui assessorato è promotore della serata -. Saremo trasportati in un viaggio di sinuose musiche, parole e danze con il quintetto di ottoni e percussioni della Filarmonica Castiglionese diretta dal maestro Davide Pedrazzini impreziosito dall’ intervento della soprano Elisa Maffi». Spazio alla danza con le coreografie di Livio Betti che danzerà con Lucia Regazzetti, mentre giovani che hanno terminato il primo e secondo ciclo di istruzione leggeranno alcuni testi. «Il 19 settembre rappresenterà un momento condiviso e consapevole, portando nel cuore il desiderio di riscatto verso una rinnovata fede nell’uomo e nella natura» conclude Zucchetti. Sempre sabato verrà inoltre inaugurato “l’abbraccio infinito”, una stele, i cui lavori per la creazione da parte dell’artista lodigiana Stefania Lomi sono entrati nel vivo nel pomeriggio di ieri, in ricordo di tutti i deceduti castiglionesi per via del Covid. L’evento si terrà secondo le normative vigenti in materia sanitaria, con posti contingentati e modalità d’accesso che saranno rese note nei prossimi giorni da parte dell’amministrazione comunale. Ventiquattro ore prima sarà invece il momento di dire “grazie” nella giornata del riconoscimento. In piazza dell’Assunzione è atteso alle 15 il capo dipartimento della Protezione civile nazionale Angelo Borrelli che, alla presenza del prefetto e delle varie autorità affiancherà i presidenti nazionale e regionale Patrizio Losi e Roberto Dedè nella consegna dei riconoscimenti alle sezioni . Nel corso della giornata verranno anche benedetti i quattro nuovi mezzi in dotazione al sistema nazionale della Protezione civile.n


© RIPRODUZIONE RISERVATA