Casaletto, guerra di perizie per il 28enne che uccise un’amica
Lidia Peschechera di Pavia, morta strangolata a 49 anni

Casaletto, guerra di perizie per il 28enne che uccise un’amica

Presto un incidente probatorio, confronto sulle condizioni mentali di Nigro al momento dell’omicidio

Guerra di perizie per stabilire lo stato mentale di Alessio NIgri al momento dell’omicidio dell’amica 49enne Lidia Peschechera avvenuto a Pavia il 12 febbraio scorso. Da una parte ci sono vari referti medici e anche la consulenza del perito della difesa, che indicano un disturbo psicotico “border line” e una condizione di intossicazione cronica da alcol. Dall’altra, invece, il perito incaricato dal gip di Pavia che ritiene che fosse pienamente capace di intendere e volere. E che ritiene di aver notato tentativi di simulazione in alcune risposte ai questionari diagnostici psichiatrici. A breve previsto un incidente probatorio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA