Casaletto, chiesti tre anni di reclusione per l’oste Mario Cattaneo

Casaletto, chiesti tre anni di reclusione per l’oste Mario Cattaneo

Attesa per oggi pomeriggio (venerdì) la sentenza

Secondo il procuratore della Repubblica di Lodi Domenico Chiaro e il sostituto procuratore Emma Vittorio, l’oste di Casaletto Mario Cattaneo, 70 anni, è responsabile di omicidio colposo per eccesso di legittima difesa perché si era esposto lui stesso al rischio di sparare andando con un fucile in mano incontro ai ladri, che avevano bloccato lui e la sua famiglia dall’esterno nell’abitazione sopra l’osteria, bloccando la porta con una corda. Porta che Cattaneo aveva dovuto forzare a spintoni per liberarsi, ritrovandosi con i quattro malviventi di fronte. L’episodio risale alla notte del 10 marzo 2017 e a perdere la vita era stato un 28enne romeno, il cui fratello si è costituito parte civile e vuole un ingente indennizzo economico. La richiesta di pena per Cattaneo è di tre anni di reclusione.

Stamattina, all’udienza, c’è anche l’assessore alla sicurezza di Regione Lombardia Riccardo De Corato, al processo in cui è attesa la sentenza a carico di Mario Cattaneo, 69 anni. Presente anche lo stesso Catteneo, oltre all’ex sindaco di Casaletto Lodigiano Giorgio Marazzina.

Mario Cattaneo in tribunale con l’assessore regionale Riccardo De Corato

Mario Cattaneo in tribunale con l’assessore regionale Riccardo De Corato

Mario Cattaneo in tribunale con l’assessore regionale Riccardo De Corato


© RIPRODUZIONE RISERVATA