CASALE Slitta al 5 gennaio l’udienza per l’omicidio di Andrea Zamperoni
Andrea Zamperoni

CASALE Slitta al 5 gennaio l’udienza per l’omicidio di Andrea Zamperoni

Imputata e pronta a patteggiare una 43enne. Il capo cuoco venne ucciso a New York, dove è in corso il processo

È stata rinviata al 5 gennaio prossimo l’udienza in tribunale a Brooklyn per l’omicidio del capo cuoco 33enne di Casalpusterlengo Andrea Zamperoni, avvelenato la notte del 18 agosto 2019 in un motel del Queens a New York. Una delle parti ha chiesto la celebrazione in presenza e non più in videoconferenza dal carcere. Imputata e pronta a patteggiare una 43enne pregiudicata canadese, Angelina Barini, sospettata anche di altre tre morti provocate somministrando droghe o medicinali sciolti nei cocktail ad alcuni degli uomini che seduceva e poi, indipendentemente dalla loro sorte, derubava.


Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola mercoledì 27 ottobre

© RIPRODUZIONE RISERVATA