CASALE Ferrari su palazzo Lampugnani: «Un’opportunità per il Comune»
Palazzo Lampugnani

CASALE Ferrari su palazzo Lampugnani: «Un’opportunità per il Comune»

L’ex vice sindaco Ferrari invita l’amministrazione ad acquistarlo

Roberto Ferrari

Roberto Ferrari

«Sono convinto che palazzo Lampugnani debba essere acquistato dal Comune – dichiara Roberto Ferrari -, sarebbe l’occasione per accorpare tutte le sedi decentrate degli uffici comunali (vigili, ufficio tecnico, servizi sociali), avviando invece la dismissione di edifici fatiscenti come la palazzina dei vigili e l’ex Arte e Mestieri, permettendo così di riqualificare piazza morta e piazza mercato; oltre agli uffici, la città guadagnerebbe una sala pubblica di pregio, lo spazio del teatrino per altre funzioni sociali e un parchetto pubblico su via Rosselli – precisa -. Inoltre sistemando il giardino posteriore del palazzo si ricaverebbe un accesso pedonale da via Cavada che porterebbe facilmente ai parcheggi di piazza mercato, andando a risolvere il problema di degrado di quel passaggio». Ferrari osserva: «Credo che sia importante aprire un dibattito pubblico sul tema, perché è tempo di scelte coraggiose: quando l’amministrazione comunale di cui facevo parte (ex giunta Pagani, ndr) provò ad acquistarlo, la proprietà non era neppure interessata a vendere, ora le condizioni sono più favorevoli». Quanto all’aspetto economico Ferrari spiega: «Oggi circolano molte risorse, penso anche ai tanti bandi regionali e statali, per cui si tratta di un’operazione fattibile: la copertura del Brembiolo che ha restituito attrattività a viale dei Cappuccini (la via della movida, ndr) e la cittadella della cultura (biblioteca, teatro, cinema) sono frutto di scelte coraggiose precedenti, di una visione futura di città».n


© RIPRODUZIONE RISERVATA