Carpiano, il canale esce dagli argini ma per fortuna è solo un’esercitazione
L’esercitazione di protezione civile a Carpiano

Carpiano, il canale esce dagli argini ma per fortuna è solo un’esercitazione

L’addestramento sul Lisone del gruppo di protezione civile

Mettere a punto le tecniche e le procedure approvate per garantire interventi efficaci e in sicurezza, testare la capacità del gruppo di lavorare assieme e di individuare punti di forza e criticità, assicurare il rispetto di tempistiche e modalità corrette per utilizzare al meglio dotazioni tecniche, conoscenze e capacità personali.

Sono gli “strumenti” messi a punto, nel corso del fine settimana, dal Gruppo volontari di Protezione civile di Carpiano che, nel tardo pomeriggio di sabato, hanno dato vita a una piccola, ma completa in tutti i dettagli, esercitazione che ha messo alla prova la capacità di affrontare una eventuale emergenza idrogeologica.

Oggetto del test, cui sono stati coinvolti tutti i poco meno di venti volontari che fanno parte del gruppo comunale – che aderisce al Com 20, coordinamento di più ampio respiro con competenza su una buona fetta del territorio del Sudmilano – una “piena”, ovviamente solo virtuale, del cavo Lisone, corso d’acqua che attraversa Carpiano e che, in caso di esondazione, potrebbe creare danni all’abitato. Uomini e mezzi della Protezione civile si sono così ritrovati alle spalle del parco degli Aironi, in via dei Caduti, per mettere alla prova la capacità degli operatori di garantire l’operazione prevista.


© RIPRODUZIONE RISERVATA