Carabinieri di Codogno in prima linea contro furti e spaccio

Carabinieri di Codogno in prima linea contro furti e spaccio

Nel complesso 14 persone sono state denunciate perché inosservanti alle norma anti-Covid

Carabinieri di Codogno in prima linea contro i furti e lo spaccio di sostanze stupefacenti in questo clima di restrizioni dovuto alla pandemia. A San Rocco un 46enne pregiudicato è stato trovato in possesso di un grosso cacciavite e per questo è stato denunciato per il reato di possesso ingiustificato di arnesi da scasso. Due soggetti senza fissa dimora di 30 e 29 anni sono finiti nei guai perché scoperti all’interno del negozio Tigota di Casale con due tagliaunghie dal valore di 22 euro: una volta alla cassa, sono stati fermati dal personale che ha chiesto l’intervento dei carabinieri. A Caselle Landi, un 34enne di San Rocco è stato sorpreso alla guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. Nel complesso, 14 persone sono state denunciate perché inottemperanti alle norme anti-Covid.


© RIPRODUZIONE RISERVATA