Cambia il panorama: addio agli alberi di Vidardo

Cambia il panorama: addio agli alberi di Vidardo

Sulla strada della Pagnana tagliate le maestose piante

Oggi ci sono una distesa di ceppi, da un lato e dell’altro. I tronchi sono tutti ancora accatastati nei campi, a dar vita a muri di legno ordinati in attesa di essere portati altrove. Se ne va un altro storico scorcio della campagna lodigiana e cambia il paesaggio tutt’intorno alla cascina Pagnana, agglomerato rurale nel comune di Castiraga Vidardo che si estende poco oltre la provinciale 17 all’altezza della rotatoria per Caselle Lurani. Ed è da qui, dall’imbocco della strada sterrata che parte dalla provinciale, che ci sono arrivate in questi giorni le segnalazioni di lettori attoniti davanti al taglio di tutti gli alberi presenti sulla strada che conduce alla cascina, un tempo visibili dalla provinciale.

I segni dell’impattante operazione su una sessantina di alberi sono ancora lì: le zolle smosse, i ceppi nella terra, i segni dei mezzi che si sono mossi tra la strada e i campi, i tronchi accatastati. Un intervento che non è appunto passato inosservato, anzi. «Una cosa del genere non si è mai vista, parliamo di un filare storico che ha sempre contrassegnato il paesaggio - commenta un lettore che ha chiamato ieri mattina in redazione - : capisco tutte le ragioni di sicurezza, ma vedere un taglio del genere è davvero una ferita».

Un’operazione autorizzata, su cui però il Comune aveva espresso parere contrario. «L’iter era partito mesi fa e come Comune avevamo espresso parere contrario, anche se l’autorizzazione non viene rilasciata dal Comune, e abbiamo richiesto un sopralluogo da parte del Corpo Forestale - spiega il sindaco di Castiraga Vidardo Emma Perfetti - , a cui è seguito un via libera all’intervento per ragioni di sicurezza. Gli esemplari erano caratterizzati da un apparato radicale corto, che non ne garantiva la stabilità in caso di eventi atmosferici come la tromba d’aria dello scorso agosto».


© RIPRODUZIONE RISERVATA