Bracconieri nei boschi lungo il Po: tre denunciati dalla polizia provinciale
Armi e attrezzature sequestrati

Bracconieri nei boschi lungo il Po: tre denunciati dalla polizia provinciale

A Corte Sant’Andrea, guai per alcuni cacciatori di Orio Litta, Massalengo e Chignolo

Caccia notturna lungo le rive del Po tra Orio Litta e Corte Sant’Andrea. Ma i bracconieri vengono scoperti da Polizia Locale e Provinciale. Si è concluso nella serata di ieri, mercoledì 25 febbraio, il blitz da parte degli agenti a seguito dell’attività d’indagine partita dopo le segnalazioni di attività illecita. Le tre persone fermate ieri, residenti tra Orio Litta, Massalengo e Chignolo Po, tra cui un giovane del 2003, di sera, e in periodo vietato di caccia, si appostavano muniti di fucile e faro alogeno in attesa di cinghiali, caprioli ed altri animali selvatici da abbattere. I tre ora sono indagati, per l’attività venatoria proibita in questi mesi e anche per l’utilizzo di uno strumento vietato come il faro alogeno, ai sensi della legge 156 del 1992, sulla protezione della fauna selvatica, e dell’articolo 110 del Codice Penale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA