Botte, minacce e domiciliari violati: finisce in carcere un 45enne di Villanova
Le porte del carcere di Lodi si sono aperte per il 48enne di Villanova

Botte, minacce e domiciliari violati: finisce in carcere un 45enne di Villanova

Dopo l’aggressione al compagno della sua ex l’uomo ha continuato imperterrito a violare la legge

Nel giro di dieci giorni un 45enne di Villanova del Sillaro è passato dall’essere un uomo libero al ricevere il divieto d’avvicinamento e comunicazione alla persona offesa ai domiciliari. Non pago però, l’uomo ha proseguito ad infrangere la legge e così è stato condotto in carcere. Il 45enne infatti si era reso protagonista di un episodio di violenza, sfondando la porta di casa dell’ex picchiando poi l’attuale compagno della stessa. Tra il 28 e il 29 marzo l’uomo però ha proseguito nel contattare la donna minacciandola anche di morte, oltre ad uscire di casa per acquistare un caffè d’asporto. Trasgressioni che gli sono costate in prima istanza una denuncia in stato di libertà il 30 marzo, a cui ha fatto seguito nel pomeriggio di ieri, martedì, la richiesta al GIP del Pubblico Ministero per l’emissione della misura cautelare in carcere divenuta esecutiva nel giro di poche ore. Il 45enne quindi è stato prelevato dai carabinieri di Borghetto per essere portato nel penitenziario di Lodi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA