BORGO Logistica Dhl, la Provincia vuole verificare i documenti
La Provincia vuole convocare la concertazione d’ambito sulla logistica

BORGO Logistica Dhl, la Provincia vuole verificare i documenti

Nel mirino della polizia di palazzo San Cristoforo autorizzazioni e incartamenti

Logistica di Borgo San Giovanni, la provincia di Lodi si muove per verificare autorizzazioni e incartamenti. Ieri mattina sopralluogo della polizia locale della provincia di Lodi e dei tecnici di San Cristoforo alla logistica, nel vicino cantiere di movimentazione terra e in Comune.

Il sopralluogo era finalizzato ad acquisire tutti gli incartamenti riguardanti le autorizzazioni e i permessi di costruire per i due capannoni logistici già realizzati (uno dei due parzialmente in funzione al colosso logistico Dhl) e la verifica della movimentazione della terra di fianco ai capannoni, su terreno agricolo. «Non è da ora che ci muoviamo, ma dopo richieste e richieste rimaste inevase al Comune di Borgo San Giovanni, abbiamo voluto andare a fondo della vicenda», spiega il presidente della provincia di Lodi Francesco Passerini. I capannoni sono stati alzati sulla base di autorizzazioni comunali, senza che sia mai stata fatta la concertazione d’ambito, prevista dalle norme urbanistiche provinciali. Su un’analoga vicenda tecnica, la concessione di autorizzazione comunale senza la concertazione d’ambito a Vidardo, il Tar della Lombardia aveva dato ragione al Comune spiegando che la concertazione può avvenire anche successivamente al rilascio dei permessi. Per questo motivo la Provincia non è intervenuta presso il tribunale amministrativo, ma ha continuato a richiedere la trasmissione degli atti al Comune di Borgo San Giovanni. «Ma senza mai avere risposta, così abbiamo deciso di procedere in autonomia con un controllo, una situazione irrituale ma necessaria», dice il presidente Passerini. A quanto appreso, però, la documentazione non sarebbe stata prodotta nemmeno questa mattina, con l’impegno a farla pervenire in Provincia successivamente. Palazzo San Cristoforo è intenzionato a convocare la concertazione d’ambito sulla logistica di Borgo a breve, ma deve prima verificare la documentazione tecnica e in particolare autorizzazioni e permessi. Che al momento, ancora non si sono visti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA