Bombe d’acqua su tutta la Lombardia, il bilancio della Protezione civile
L’intervento della Protezione civile a Peschiera Borromeo

Bombe d’acqua su tutta la Lombardia, il bilancio della Protezione civile

Il Seveso a Milano si è alzato di 2,70 metri in 20 minuti, il livello del Lambro si mantiene sulla soglia di moderata criticità

Nelle ultime ore è transitato sulla Lombardia un intenso e violento fronte temporalesco che ha causato ‘bombe d’acqua’, acquazzoni a tratti violenti, localmente con grandine. Attualmente il fronte temporalesco principale sta transitando sulla pianura orientale, mentre sparsi nuclei sono in formazione sulla parte centro-occidentale della regione.

Lo rende noto la Sala operativa della Protezione civile della Regione Lombardia che già ieri a metà giornata aveva emesso un’allerta arancione per rischio idrogeologico e rischio temporali forti valida fino a domattina.

LA SITUAZIONE - A Milano, dove nelle ultime 12 ore sono stati registrati più di 90 mm di pioggia accumulata, il Seveso ha superato la soglia di elevata criticità stamattina alle ore 7.10, dopo che gli idrometri avevano segnalato un rialzo eccezionale del livello di circa 2,70 metri in soli 20 minuti. Dopo aver provocato allagamenti soprattutto in zona Niguarda-Viale Fulvio Testi, i livelli idrometrici hanno subito un lieve calo e al momento si mantengono costanti sopra la soglia di moderata criticità. La piena del Seveso è stata ad ogni modo scolmata pienamente dal Canale scolmatore di Nord Ovest, potenziato dal 2017, che ha attutito gli effetti di questo evento e riportato a condizioni di sicurezza il corso d’acqua a valle dell’opera.

Il livello idrometrico del fiume Lambro si mantiene intorno alla soglia di moderata criticità. I Comandi dei Vigili del fuoco delle province interessate dal maltempo (oltre a Milano, Bergamo, Brescia, Como, Cremona e Lecco) segnalano numerosi interventi per alberi abbattuti, tetti scoperchiati e allagamenti diffusi.

SEGNALAZIONI - A Milano, al momento, si registrano solo alcuni sottopassaggi allagati in particolare in zona Negrotto-Rubicone.

BRESCIA - La Prefettura di Brescia segnala numerosi interventi da parte dei Vigili del fuoco per alberi caduti, strade e sottopassi allagati. Le zone più colpite sono state Palazzolo, la Bassa Bresciana e Brescia città

COMO - Si registrano numerosi interventi per allagamenti, alberi caduti, sottopassi allagati. Nella Bassa Comasca, soprattutto a Mozzate, Appiano Gentile, Rovello Porro, Rovellasca e Turate tutti i sottopassi risultano, per ora, non transitabili. I volontari di Protezione civile stanno intervenendo in supporto ai Vigili del fuoco.

CREMONA - La Sala operativa segnala numerosi interventi per allagamenti in particolare a Crema e Spino d’Adda.

LECCO - I Vigili del fuoco sono intervenuti, per allagamenti, a Merate e a Oliveto Lario. La situazione, attualmente, risulta gestibile.

MONZA - Il Comune di Monza, infine, informa che al momento ci sono alcuni sottopassi allagati. Sono già attivi i volontari di Protezione civile, in supporto ai Vigili del fuoco.

VARESE – A Varese i Vigili del fuoco hanno già effettuato oltre 50 interventi per allagamenti, tre per auto bloccate nei sottopassaggi e numerosi altri per tetti scoperchiati, cantine, strade, taverne e box allagati. Non si registrano, fortunatamente, feriti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA