Blitz in macelleria a San Giuliano, scatta una maxi multa

Blitz in macelleria a San Giuliano, scatta una maxi multa

Prodotti scaduti, carne di provenienza incerta e condizioni igieniche precarie: 5 mila euro di sanzione a un market etnico

Prodotti scaduti, carne di provenienza non tracciabile e condizioni igieniche precarie: il blitz della polizia locale in un market etnico collocato in una posizione strategica di San Giuliano si è concluso con una multa di circa 5mila euro nei confronti del titolare. L’intervento, che si è tenuto ieri mattina, ha visto impegnati alcuni agenti del comando di via Giolitti insieme agli operatori di Ats che hanno passato al setaccio l’attività - che fa parte peraltro di una catena - dove hanno notato subito una situazione di generale sporcizia sia all’interno del locale sia nel retrobottega. Numerose le violazioni che sono state riscontrate sulla merce. In particolare, carne e verdura erano esposte senza il prezzo e il gestore al momento dei controlli non è stato in grado di dare indicazioni circa la filiera di provenienza. Al tempo stesso, da alcune verifiche sugli alimenti in scatola che erano disposti in bella vista negli scaffali, è emerso che parte delle confezioni di cibo erano scadute. Infine la spesa dei clienti veniva riposta in sacchetti di plastica che sono ormai in disuso da tempo in quanto sono stati sostituiti da involucri realizzati in materiale biodegradabile.

Oltre alla pesante sanzione elevata dalla polizia locale, Ats ha stilato una serie di prescrizioni alle quali il commerciante dovrà attenersi al fine di mettere in regola il negozio onde evitare di incorrere in degli ulteriori provvedimenti che potrebbero prevedere anche la sospensione dell’attività. Misure peraltro che a San Giuliano sono state già talvolta assunte anche a seguito di violazioni di carattere amministrativo.

Dopo decine e decine di controlli, quello di ieri mattina è il quarto intervento effettuato nell’anno in corso nei confronti di negozi di alimentari dove sono state registrate delle grosse irregolarità. Tra queste, nel periodo estivo era stato sanzionato un altro market di prodotti provenenti dal Sudamerica collocato nel centro di San Giuliano dove addirittura nei freezer era stato trovato del pesce di provenienza incerta che era in stato di decomposizione. L’assessore al commercio Franco Salis commenta: «Sta proseguendo l’intenso lavoro della polizia locale a tutela dei consumatori, degli altri commercianti e della legalità: da quando ci siamo insediati stiamo portando avanti un impegno affinché a San Giuliano tutti rispettino le regole»


© RIPRODUZIONE RISERVATA