Auto abbandonate e pipe da crack nelle case Aler di via San Fereolo
Una delle auto abbandonate rimosse

Auto abbandonate e pipe da crack nelle case Aler di via San Fereolo

Intervento della polizia locale: rottami rimossi e grandi pulizie

È stata effettuata nel pomeriggio di ieri, mercoledì 5 agosto, da parte della polizia locale di Lodi un’operazione “antidegrado” nel contesto dell’accordo tra Comune di Lodi, Regione Lombardia e Aler di Pavia-Lodi per la prevenzione delle situazioni di disagio negli immobili residenziali gestiti da Aler. All’iniziativa, coordinata dal comandante della polizia locale Fabio Germanà, presso lo stabile di via San Fereolo 13/15, ha preso parte anche il direttore generale di Aler Pavia-Lodi Matteo Papagni. Sono stati rimossi tre veicoli sprovvisti di copertura assicurativa che saranno custoditi in deposito presso il Garage Baggi. La polizia locale, con il supporto di Linea Gestioni, ha provveduto anche allo sgombero di un locale impianti e dell’area a esso pertinenziale dove sono stati rinvenuti segni di bivacchi, con presenza di materassi, sedie e rifiuti indifferenziati, insieme a tracce di consumo di sostanze stupefacenti.

«Dopo il primo ‘blitz’ in febbraio, che si è concluso con la rimozione di sei veicoli in stato di abbandono, la polizia locale, guidata dal comandante Fabio Germanà, è intervenuta per la seconda volta nell’area residenziale Aler di San Fereolo, con una nuova operazione antidegrado. In tutti i contesti abitativi Aler i controlli sono stati intensificati grazie all’accordo che l’amministrazione comunale ha sottoscritto con Regione Lombardia per il monitoraggio delle condizioni di disagio purtroppo spesso legate a queste realtà. Regione ha infatti riconosciuto al Comune un contributo del valore di 28mila euro, a valere sul triennio 2019-2021, per sostenere le spese del personale di polizia impiegato negli interventi straordinari di sicurezza urbana e per l’acquisto di strumentazione come le nuove telecamere già installate per la videosorveglianza dell’immobile di via San Fereolo, dove è già prevista l’attivazione di ulteriori dispositivi. Nell’ambito della stessa progettualità, alla fine del 2019, abbiamo inaugurato anche un punto di ascolto per raccogliere dai cittadini le segnalazioni sulle problematiche che riguardano queste aree, anche se nella fase emergenziale abbiamo dovuto sospendere temporaneamente il servizio che intendiamo ripristinare al più presto. Ringrazio il direttore di Aler Papagni per la collaborazione che ci ha sempre assicurato, nell’intento di garantire il mantenimento di adeguate condizioni di ordine e decoro negli immobili Aler e di ripristinare la percezione di sicurezza da parte dei residenti», dichiara per l’occasione il sindaco Sara Casanova.

Nel ripostiglio abbandonato trovata anche una bottiglia per fumare il crack

Nel ripostiglio abbandonato trovata anche una bottiglia per fumare il crack


© RIPRODUZIONE RISERVATA